Giovedì 21 marzo 2019

Caspoggio affitta la seggiovia e riapre la Ski Area

Condividi

Caspoggio In questi giorni abbiamo trovato l’accordo per la seggiovia con Franco Vismara. Un accordo in linea con la realtà turistica che viviamo ed in armonia con uno sviluppo diverso della nostra ski area, lasciando comunque aperte altre possibilità di sviluppo per il futuro.
L’accordo prevede l’affitto per 7 anni della seggiovia Caspoggio – S. Antonio e della seggiovia S. Antonio – Piazzo Cavalli con diritto di riscatto alla fine del settimo anno. Questo è stato possibile a fronte dello smantellamento della seggiovia Pista del Sole – Dosso dei Galli con risanamento ambientale. Una soluzione che potrà garantire lo sviluppo della parte bassa fino a S. Antonio con un progetto già presente in Comunità Montana Valtellina di Sondrio che speriamo di potere sviluppare.
Ma si potrà salire in quota per scialpinismo, ciaspolate, slitte, bob e snowboard nonché mountain bike in estate sviluppando il sentiero pedonale Piazzo Cavalli – Rifugio Cristina.
Ringraziamo Franco Vismara che ha voluto impegnarsi, in un momento difficile del comparto sciistico e impiantistico, a trovare una soluzione che potesse andare incontro alle nostre esigenze.
Il silenzio degli ultimi mesi ha portato a questa soluzione per dare a Caspoggio una nuova identità turistica che già è in atto con la nuova organizzazione del centro sportivo. Ricordiamo che questo è il primo passo, cioè l’acquisto degli impianti in linea con le casse comunali. Altra partita sarà la gestione che speriamo di mettere in atto.
Fonte: Danilo Bruseghini Sindaco di Caspoggio

  1. Ermanno ottolina Rispondi

    Complimenti!! Finalmente qualcosa che riguarda concretamente il territorio. Ho casa a caspoggio e ci vengo portato da miei genitori fin da quando avevo due anni. Quindi da circa sessanta anni. È ora anche i miei figli. Ho sempre lamentato una mancanza di cultura del territorio. Caspoggio non se lo merita. Spero che questo sia solo l inizio di un “era ” che possa conservare il patrimonio naturale , e , creare nel contempo un ambiente che possa richiamare i giovani , le famiglie e gli amanti della montagna. Non siamo di meno delle altre località turistiche note e ben frequentate della Valtellina e Valmalenco. La strada è lunga e irta, ma non impossibile . Buon lavoro.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie