default logo
Giornale turistico della Valtellina

Domani nuvoloso, in peggioramento per venerdì

Condividi
Giovedì 19 ottobre 2017

Il promontorio anticiclonico presente sulla nostra regione garantirà stabilità meteorologica fino a domani. Oggi cielo generalmente sereno sui quadranti più settentrionali, mentre sulla fascia centrale nuvolosità irregolare e assenza di precipitazioni. Il rialzo termico delle ultime ore determina un’intensificazione dei processi di ablazione del manto nevoso soprattutto alle quote intermedie. Nelle fasce altimetriche medio alte, l’irraggiamento notturno favorisce la formazione di croste da fusione e rigelo, le quali vanno progressivamente indebolendosi durante le prime ore della giornata. Il distacco provocato è possibile generalmente con forte sovraccarico soprattutto sui pendii più ripidi settentrionali. Attività valanghiva spontanea ancora possibile durante le ore centrali della giornata sui versanti non ancora scaricati. PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO IN AUMENTO durante le ore più calde su Retiche e Adamello, IN DIMINUZIONE su Orobie.
Giovedì cielo irregolarmente nuvoloso su tutti i settori e qualche debole piovasco, verso sera, sulla fascia centro orientale. Il manto nevoso si presenterà generamente in isotermia, umido o bagnato per tutto il suo spessore, fatta eccezione per i versanti in ombra settentrionali, nei quali permane la presenza di cristalli angolari alla base. Gli strati più superficiali si presenteranno, alle prime ore del mattino, rigelati. Tali croste andranno progressivamente indebolendosi per la concomitante azione del Sole. Sarà possibile provocare distacchi, sui pendii più ripidi settentrionali, solo con forte sovraccarico. Attività valanghiva spontanea ancora possibile, durante le ore più calde. PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO IN AUMENTO nelle ore centrali su Retiche e Adamello, 1 DEBOLE su Orobie.
Il passaggio di una rapida perturbazione determinerà condizioni meteorologiche instabili per venerdì, con cielo molto nuvoloso su tutti i settori e precipitazioni di moderata intensità. In quota, al di sopra dei 2500 m, saranno possibili nuovi apporti nevosi (mediamente 15-20 cm), specialmente sui settori Retici e Adamello. La nuova neve, accompagnata da un’insistente attività eolica sud-orientale, andrà a depositarsi su un manto nevoso ben assestato e compatto con presenza di croste da fusione e rigelo superficiali. Questi orizzonti deboli, sfavorevoli a un buon collegamento tra neve nuova e neve vecchia determineranno un aumento del pericolo. Sarà possibile provocare distacchi soprattutto con forte, ma anche con debole sovraccarico, sui pendii ripidi a tutte le esposizioni. Attività valanghiva spontanea possibile durante la nevicata e nelle ore successive. PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO IN AUMENTO su Retiche e Adamello, 1 DEBOLE su Orobie.
Fonte: Arpa Lombardia

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*