default logo
Giornale turistico della Valtellina

La Cùeta di Samolaco

Condividi
Mercoledì 13 dicembre 2017

A la Cùeta di Samolaco, per il terzo anno consecutivo, la tradizione del presepe vivente incontra il sapore dei prodotti locali, in forma semplice e innovativa
Tra le innumerevoli rappresentazioni della natività che hanno come teatro la Valchiavenna, quello che si svolge a La Cúeta di Samolaco ha in sé una grande e vera unicità.
A dimostrarlo bastano i numeri: oltre 80 figuranti tutti vestiti con costumi tipici di inizio ´900, intorno ai quali prendono vita punti di degustazione di un percorso enogastronomico originale che richiama il mood dei moderni e modaioli Street Food. Lo scorso anno,
l´evento ha richiamato oltre mille persone, attratte anche dalla candida atmosfera creata dai bambini delle scuole, che hanno intonato canti natalizi, mentre gli adulti si scambiano gli auguri, scaldati dal vin-brulè.
La Cúeta è il borgo caratteristico situato nella frazione di Era, a Samolaco, raggiungibile dalla Provinciale Trivulzia, seguendo le indicazioni.
Qui, in un contesto magico, si sono dati appuntamento moltissimi turisti e residenti.
L’organizzazione di questa innovativa esperienza è affidata ad un gruppo di giovanissimi del posto, che hanno creduto in questo progetto, rilanciando in chiave moderna l’atmosfera natalizia, senza trascurare la valenza tradizionale del presepe vivente.
Anche quest’anno il presepe de La Cúeta torna a rivivere. L’appuntamento è fissato per il 17 dicembre a partire dal pomeriggio.
Fonte: Consorzio Turistico Valchiavenna

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*