Lunedì 21 gennaio 2019

Si decidono le sorti del Motoraduno dello Stelvio

Condividi

Venerdì 18 gennaio 2019 alle ore 21, presso la sala riunioni del palazzetto dello sport di Sondalo, è stata convocata l’assemblea straordinaria del Moto Club Stelvio, al quale possono partecipare anche i non soci interessati.
La questione discussa non sarà di poco conto. Si tratta anche di decidere le sorti del 43° Motoraduno Stelvio International, che come da tradizione storica si svolge il primo weekend di luglio a Sondalo e al passo dello Stelvio
La manifestazione, infatti, si trova a un bivio. Gli organizzatori alla fine dell’ultima edizione hanno manifestato segnali di scoraggiamento, oltre che aver denunciato qualche mancanza di collaborazione sul territorio, da cui la decisione di effettuare incontri istituzionali e ufficiali e parlarne con tutti coloro che hanno a cuore il Motoraduno.
Sembra che, anche per una questione di tempistica, questo incontro sia l’ultimo atto di questo percorso, dal quale poi dovrebbe uscire una decisione definitiva.

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Eventi
Meteo
Webcam
Pubblicità

  1. Andrea 72 (Modena) Rispondi

    Sono un “Amico dello Stelvio “dal 2004 ,in questi anni la manifestazione più attesa dell’anno ha perso di identità. Notevole é stato lo sforzo del club nell’ultima edizione per recuperare lo smalto perso dopo il blocco di qualche anno fa , di certo togliere “la parata delle luci ” non ha aiutato nel risultato finale .

  2. nadia Rispondi

    Siamo stati l ultima edizione in campeggio sabato e domenica. Organizzato male gestito peggio. Vi dico solo ke la domenica mattina ci siamo trovati il cancello chiuso con 2giri di catena.musica delirante per questo tipo di manifestazione e rumore assordante per tutta la notte.a nostro avviso un Po di rispetto anche per l ambiente e la gente del posto che ci ospita sarebbe doveroso.

  3. Andre Rispondi

    Siamo solo capaci a distruggere qualsiasi cosa che a noi motociclisti ci lascia la pace nel cuore ciao a tutti

  4. Maury Rispondi

    Ho partecipato solo all’ultima edizione, per me è stata una bella esperienza e mi spiacerebbe non poterla più fare. Ho sentito tanti dire che ha perso un po’ dello smalto iniziale, anche per “colpa” delle restrittive leggi messe in campo dopo i fatti di Torino ;questo, però, non deve scoraggiare gli organizzatori ai quali va dato, secondo me, il merito di aver creato uno spettacolare raduno.

  5. Fabio Rispondi

    Purtroppo lo ” Stelvio” senza la parata delle lucciole perde tutta la sua particolarità e specialità. Capisco la sicurezza, che oggi giorno si fa sempre più complicata e burocratizzata, ma sta portando alla distruzione di quella “libertà” che in passato era spesso presente nei vari eventi organizzati, motoristici e non, gestiti da parte di terzi organizzatori, che oggi viene sempre più a mancare per qualsiasi attività organizzata. Si pensi solo a quello che serve oggi per offrire un semplice piatto di pasta, tutto quello che normative burocrazie prevedono ecc a carico di chi promuove o organizza un evento!! Cose allucinanti ragazzi!! Ma ci rendiamo conto!! È così muore tutto

  6. Moreno Zagatti Rispondi

    Siamo affezionati frequentatori di questo raduno dal 1987 , Pensiamo che si stiano pagando le scelte di gestione fatte in questi anni dai vari organizzatori. Il risultato ultimo: l’averlo trasformato in una vetrina a scopo commerciale con annesso mercato a discapito degli spazi che erano riservati al divertimento e all’aggregazione dei partecipanti.
    Comunque Buon lavoro e …w la parata delle luci!

  7. Roberto Rispondi

    Con qualunque sforzo, ma continuate a organizzare il raduno!

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie