Sabato 31 luglio 2021

6 condanne per spaccio di droga: stangata su madre e figlio

Condividi





Pesanti condanne per sei persone accusate di importazione e spaccio di marijuana e cocaina, nonostante la riduzione, per alcuni di loro, di un terzo della pena grazie alla richiesta di rito abbreviato. Sono infatti ben 20 gli anni inflitti in totale agli accusati, dopo l’udienza preliminare davanti al gip, per l’organizzazione criminale sgominata nel maggio 2020 dalla Polizia di Stato di Sondrio che ha accertato vendite per 59 chili di marijuana e 600 grammi di cocaina (4 chili al mese) oltre al ritrovamento di 15mila euro in contanti.
In particolare erano in quattro i personaggi chiave del business illegale. Un 24enne di Sondrio, considerato a capo del gruppo, è stato condannato a 6 anni di reclusione e multa di 20mila euro. Sua madre a 3 anni di reclusione e multa di 7mila euro, per avere svolto le sue mansioni mentre si trovava in carcere, e aiutata dal compagno 56enne il quale ha patteggiato 1 anno e 9 mesi di reclusione.
Il quarto condannato è un pugliese con residenza romana (3 anni e 4 mesi di reclusione e multa di 10mila euro). Condannati inoltre in rito abbreviato una giovane a 18 mesi di reclusione e 5mila euro di multa per aver distribuito la droga ai clienti più grossi e un socio di una palestra e 4 anni e 8 mesi di reclusione.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie