Lunedì 27 settembre 2021

Maltempo nel comasco: 200 volontari al lavoro per il ripristino

Condividi




Non si fermano le operazioni nel Comasco per ripristinare la sicurezza e aiutare le popolazioni più colpite dalle conseguenze del maltempo. Nella giornata odierna sono 215 i volontari della Protezione civile che insieme ai Vigili del Fuoco stanno lavorando nelle zone interessate del ramo occidentale del lago di Como: Cernobbio, Maslianico, Laglio, Brienno, Blevio, Argegno, Ossuccio, Sala Comacina e Colonno. Numerosi anche i mezzi impiegati per le operazioni di ripristino: 15 autocarri con dotazioni trasporto mezzi e materiali, 10 autocarri con moduli idrogeologici oltre a molti mezzi d’opera come minipale, bobcat, miniscavatori, motopompe, attrezzi manuali e motoseghe.

A distanza di 24 ore si registra, fortunatamente, l’assenza di vittime e feriti causati dal maltempo, con una decina di frane cadute nel territorio, che ha colpito il Lago di Como e, vedendo i video, si può tirare a dir poco un sospiro di sollievo.
La statale regina resterà chiusa due giorni tra Laglio e Colonno.
La Polizia Locale invita a uscire solo se strettamente necessario e di non avventurarsi nei luoghi a rischio né laddove si sono verificati allagamenti e smottamenti.

La notizia del 27 luglio
Da questa mattina i vigili del fuoco hanno effettuato 60 interventi di soccorso nel comasco dovuti al passaggio di una perturbazione che ha causato allagamenti, frane e smottamenti, la maggior parte dei quali lungo la strada statale 340 Regina, che costeggia il lago di Como.
A Brienno, comune più colpito dal maltempo, una frana ha causato una fuga di gas lungo la SS 340 in direzione di Argegno, ed ha bloccato 50 persone all’interno delle proprie abitazioni. Sempre a Brienno una signora anziana bloccata in casa è stata soccorsa e portata al sicuro, mentre è in corso l’evacuazione di una persona affetta da SLA e della sua badante bloccati da una frana nel loro appartamento.
A Cernobbio, in via Nazario Sauro, i vigili del fuoco hanno evacuato due condomini minacciati dall’esondazione del torrente Breggia. Tra Argegno e Colonno i mezzi per il movimento terra del Corpo nazionale hanno liberato la SS 340 da una frana che ostruiva la circolazione. Colpita da smottamenti anche Laglio, dove in località Torriggia una frana ha danneggiato il parapetto lungo il lago.


Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie