Mercoledì 04 agosto 2021

A Chiavenna il concerto del centenario degli alpini valtellinesi

Condividi

La storiche porte di Chiavenna si apriranno venerdì 16 giugno!
Arrivano gli Alpini, arriva la poderosa Fanfara della Sezione ANA Valtellinese forte dei suoi 62 componenti per effettuare il Concerto del Centenario.
Della Grande Guerra.
Il terzo dopo quello del 2015 in piazza Garibaldi a Sondrio e del 2016 in piazza Cavour a Tirano: concerto itinerante per rallegrare e commuovere le cittadinanze ed onorare i veci dei capoluoghi di mandamento.
Fiore all’occhiello della Sezione Valtellinese, la Fanfara ha ormai consolidato ogni armonia.
Coesa nel proprio far gruppo, ammirata in ogni circostanza ove si è espressa, capace di un appeal musicale che richiama numerosi bocia ad esprimere sintonie ideali ed armonie di note con i veci fondendosi nell’unicum dettato dal cappello alpino.
Dalle Adunate Nazionali ai Raduni regionali, dalle manifestazioni locali ai Concerti nelle città d’Adunata la Fanfara Sezionale della Valtellinese ha suscitato viva ammirazione e qualche invidia.
A Chiavenna potrà rivelare le sue qualità e la cittadinanza, ben avvezza alle note della sua collaudata ed amata “Musica Cittadina”, potrà gustare in Piazzale Bertacchi un emozionante concerto.
Il dinamico Maestro Federico Serpi fornisce queste anticipazioni:
“Il 16 giugno ci troveremo a Chiavenna, altra tappa essenziale di un’iniziativa che ha preso il volo il 23 maggio 2015 a Sondrio; una data tutt’altro che casuale: l’Italia entrò in guerra.
Ogni anno ormai, il Concerto per il Centenario della Grande Guerra in ricordo di quei tragici eventi, è diventato per la Fanfara Alpina Valtellinese, non solo un appuntamento fisso e fonte di orgoglio, ma anche motivo di studio e ricerca di quelle musiche dell’epoca a volte dimenticate o addirittura sconosciute.
Il nostro compito è quello di creare, assieme alle letture della Compagnia Teatrale di Colorina diretta magistralmente da Santo Bianchini, un trait d’union con il passato, proponendo musiche di guerra le cui note nacquero impiastrate dal fango e scritte con le lacrime dei nostri soldati.
Pensiamo ad esempio a Montegrappa, piuttosto che a La Leggenda del Piave.
A Chiavenna inoltre, andremo per così dire al di là del fronte italiano, eseguendo ad esempio brani della letteratura inglese come Pomp and Circumstance o ancora la Marcia d’ordinanza del 106° Reggimento Fanteria dell’Imperial Esercito Austriaco che combatté  aspramente sull’altro fronte del Piave contro i nostri soldati italiani; solo un piccolo accenno per capire che tipo di musica veniva prodotta nei primi anni del ‘900 per intuire e comprendere con quali forti spinte nazionaliste conviveva la società dell’epoca.
Il vero piacere, per la Fanfara e chiaramente per la nostra Sezione Valtellinese, sarebbe vedere tra il pubblico tanti ragazzi e bambini, affinché eventi commemorativi, di riflessione e unione come questo, non siano per solo per pochi e per far si allora che quel ponte con il passato possa tendere al futuro carico di storia e di tutti quei valori che altrimenti sfocerebbero in una vetusta retorica.”
I Gruppi Alpini della Valchiavenna, operosi protagonisti nella Sezione ANA Valtellinese, invitano tutti a Chiavenna venerdì 16 giugno 2017 con ritrovo alle 20,30 al Portone di S. Maria ove la Fanfara partirà per sfilare con le rappresentative degli Alpini; quindi l’Alzabandiera in Piazzale Giuanin Bertacchi cui seguirà il Concerto del Centenario.
Se il meteo dovesse essere avverso il Concerto verrà effettuato al Palaghiaccio di Chiavenna.

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie