Lunedì 18 ottobre 2021

A Luca Zanasca la Granfondo delle Alpi Hicari

Condividi

Granfondo delle Alpi Uno scatto e via! Così è terminata la 12a Granfondo delle Alpi Hicari – 1° Memorial Ugo Balatti, quando a tre chilometri dall’arrivo, il varesotto Luca Zanasca ha aumentato il rapporto e ha lasciato alla loro mercé i tre compagni di fuga, andando a vincere a braccia alzate. Seconda piazza per il desenzanese Matteo Bordignon e terza per il brianzolo Stefano Sala.
E’ stata una domenica mattina di cielo terso e temperatura ancora estiva quella che ha accolto gli 800 ciclisti, dei 1100 iscritti, che si sono radunati nelle griglie di partenza poste in fronte al parco giochi in località Vassalini, pronti a prendere il via alle ore 9.
Decisamente comoda e ben congegnata la zona logistica al parco giochi, alle porte della cittadina, nella quale hanno trovato posto i servizi principali pre e post gara, come la segreteria, la consegna dei numeri, dei pacchi gara e le docce.
Due percorsi a spasso per la Valtellina e la Valmalenco capaci di lasciare senza fiato coloro che hanno potuto alzare gli occhi e godersi i panorami immersi tra le vigne cariche di grappoli d’uva e meleti stracolmi di preziose mele. Dopo il primo passaggio in centro a Chiesa in Valmalenco e la discesa fino a Sondrio a velocità controllata, la corsa è entrata nel vivo fin dalle prime battute.
Sono il biellese Andrea Paluan, il varesotto Riccardo Toia e il lombardo Davide Bellato a lanciarsi nella prima fuga di giornata. La loro cavalcata, tenuta a bada dai compagni di squadra prosegue fino alla salita di Teglio, dove la fuga viene annullata e in testa alla corsa si porta un drappello di una ventina di elementi. Il battistrada procede compatto fino al bivio dei percorsi, dove Giussani, Graziano Paris e Alessandro Togni svoltano per il percorso di mediofondo, affrontando gli ultimi dieci chilometri di salita verso l’arrivo. Giussani aumenta il passo e va a vincere in solitaria a braccia alzate, mentre alle sue spalle è bagarre per i posti sul podio. Paris giunge secondo davanti a Gualeni.
Il battistrada sul granfondo procede a scatti nel tentativo di portare via la fuga definitiva. L’operazione riesce a Zanasca nei pressi di Caiolo, al quale si agganciano Bordignon, Sala e Paluan. Il quartetto procede indisturbato, con i compagni di squadra alle loro spalle pronti a tenere a bada ogni tentativo di recupero, fino a tre chilometri dall’arrivo, quando Zanasca lancia l’offensiva che lo porta alla vittoria. Paluan non accenna neanche un contrattacco, Sala ci prova ma capisce che le forze ormai sono sufficienti per giungere all’arrivo mano nella mano con il compagno di squadra ottenendo il terzo posto, mentre un ostinato Bordignon, agente di vernici desenzanese, lotta con successo per il secondo posto.
Nessuna storia per quanto riguarda la gara femminile dove sul percorso di granfondo è l’ex vigilessa varesotta, ora impiegata comunale, Daniela Gaggini a dominare su Monica Maltese e Barbara Zambotti.
Vittoria tutta casalinga sul percorso di mediofondo dove la valtellinese Valentina Mabritto non ha difficoltà nello staccare le avversarie sulle strade di casa. Seconda piazza per Barbara Marangon e terza per Maria Grazia Villanova.
CLASSIFICHE
Granfondo Maschile
1. Luca Zanasca (Exploit – Assoswerksmannschaft Team); 03:36:47; 34,61 km/h; 2. Matteo Bordignon (Team Alpress); 03:37:09; 34,65 km/h; 3. Stefano Sala (Team Carimate Kuota); 03:38:18; 34,37 km/h; 4. Andrea Paluan (Team Carimate Kuota); 03:38:19; 34,37 km/h; 5. Riccardo Corbetta (Team Carimate Kuota); 03:43:06; 33,7 km/h; 6. Paolo Castelnovo (Asd Team Ucsa); 03:43:06; 33,71 km/h; 7. Fabrizio Casartelli (Team Carimate Kuota); 03:43:06; 33,63 km/h; 8. Andrea Natali (Max Team); 03:44:48; 33,38 km/h; 9. Riccardo Toia (Exploit – Assoswerksmannschaft Team); 03:44:48; 33,39 km/h; 10. Emanuele Poeta (Ponte Cycling Team); 03:45:32; 33,28 km/h;
Granfondo Femminile
1. Daniela Gaggini (Makakoteam); 04:10:08; 30,05 km/h; 2. Monica Maltese (S.C. Triangolo Lariano); 04:27:07; 28,1 km/h; 3. Barbara Zambotti (Emporio Del Ciclo); 04:36:44; 27,12 km/h; 4. Isabella Mitrotti (Asd Cassinis Cycling Team); 04:37:16; 27,08 km/h; 5. Francesca Mottola (Asd Team Ucsa); 04:44:08; 26,46 km/h;
Mediofondo maschile
1. Niki Giussani (Exploit – Assoswerksmannschaft Team); 02:36:16; 35,17 km/h; 2. Graziano Paris (Exploit – Assoswerksmannschaft Team); 02:37:08; 35,12 km/h; 3. Daniele Gualeni (Team Tokens Cicli Bettoni Costa Volpino); 02:37:21; 34,94 km/h; 4. Alessandro Togni (Asd Team Viesse Pro); 02:37:47; 34,84 km/h; 5. Giovanni Spatti (Team Tokens Cicli Bettoni Costa Volpino); 02:39:02; 34,69 km/h; 6. Federico Brevi (Asd Team Viesse Pro); 02:39:31; 34,55 km/h; 7. Gabriele Valentini (Palo Alto Cycling Team); 02:42:04; 33,92 km/h; 8. Marco Aguzzi (Team Bike Corteolona); 02:42:06; 33,94 km/h; 9. Luciano Curti (Asd Team Viesse Pro); 02:42:26; 34,02 km/h; 10. Giovanni Pomari (Team X-Bionic – Lapierre); 02:42:28; 33,81 km/h;
Mediofondo Femminile
1. Valentina Mabritto (Asd Caam Corse); 02:57:51; 30,96 km/h; 2. Barbara Marangon (S.C.Adarte-Crennese Asd); 03:02:40; 30,14 km/h; 3. Maria Grazia Villanova (Asnaghi Cucine Team Chiappucci); 03:05:50; 29,62 km/h; 4. Elena Pancari (Team Loda Millennium); 03:06:26; 29,56 km/h; 5. Stefania Mauro (Team Hersh Bike); 03:08:45; 29,16 km/h;
Società
1. Makakoteam; 2. Team Tokens Cicli Bettoni; 3. Team Carimate Kuota.

Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie