Giovedì 21 novembre 2019

Accensione riscaldamento al via: le info utili

Condividi

Con l’abbassamento delle temperature siamo ormai vicini al momento in cui si può iniziare ad accendere il riscaldamento. Ogni località ha limitazioni specifiche per mettere in funzione l’impianto di climatizzazione invernale.
La legge che fissa le limitazioni e i criteri di utilizzo degli impianti di riscaldamento in Italia è il Decreto del Presidente della Repubblica n. 412 26 agosto 1993. In base a questa disposizione, il Paese è diviso in sei differenti zone climatiche, ognuna delle quali con orari e periodi di accensione specifici nel corso dell’anno.
L’accensione e lo spegnimento dei riscaldamenti può essere modificata in caso di eventi climatici straordinari da parte del sindaco del comune di competenza che può quindi fissa nuove scadenze in base alle esigenze specifiche della località.
La Valtellina ricade nella zona E, che comprende anche le province di Alessandria, Asti, Aosta, Biella, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Novara, Padova, Pavia, Torino, Varese, Verbania, Vercelli, Bolzano, Gorizia, Pordenone, Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Rovigo,Treviso, Trieste, Udine, Verona, Vicenza, Venezia, Arezzo, Perugia, Rieti, Frosinone, L’Aquila, Campobasso, Potenza ed Enna.
In queste località il riscaldamento può essere attivato dal 15 ottobre al 14 aprile per 14 ore al giorno.

Vedi anche: Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Pubblicità
Contatti

  1. klement Rispondi

    Invece di strillare per il clima mondiale, basterebbe pensare meno a quello di casa propria

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie