Sabato 31 luglio 2021

Aggiornamento frana sulla Statale 38, chiuderà 5-6 giorni

Condividi

AGGIORNAMENTO DELLE 17.30 DA SALA OPERATIVA DELLA PROTEZIONE CIVILE
Prosegue l’intervento da parte di Anas per il ripristino della circolazione sulla statale dello Stelvio, la SS 38. La strada rimarrà chiusa al traffico per circa 5-6 giorni. Prosegue e continuerà anche per la giornata di domani, domenica 9 agosto, il pronto intervento di somma urgenza predisposto dalla Sede Territoriale di Sondrio per la rimozione del materiale detritico depositatosi nell’alveo del Fiume Adda.
Lo comunica la Sala operativa di Protezione civile di Regione Lombardia.

INTERESSATE LA SS38 (ANCORA CHIUSA) E LA SS301 (ORA RIAPERTA) EVACUATE CIRCA 170 PERSONE;ORDINANZA EVACUAZIONE POI REVOCATA L’ASSESSORE BORDONALI: L’ATTENZIONE RESTA ALTA
Sul territorio comunale di Valdidentro (Sondrio) si sono verificate, la notte scorsa, due frane, che
hanno interessato la Statale dello Stelvio SS38 e la Statale SS301, in Località Premadio, che sono state immediatamente chiuse al traffico. I movimenti sono stati provocati da un fenomeno temporalesco localizzato avvenuto nella prima serata. Sono state evacuate circa 170 persone, alloggiate presso
strutture ricettive. La Sala operativa di Protezione civile di Regione Lombardia si e’ subito attivata e i tecnici della Sede territoriale di Sondrio hanno effettuato un sopralluogo con l’elicottero regionale.
“Nel Comune di Valdidentro si sono verificate due colate detritiche causate da un fenomeno temporalesco localizzato avvenuto nella prima serata di venerdì 7 agosto – ricostruisce l’assessore regionale alla Sicurezza e Protezione civile Simona Bordonali -. Un primo fenomeno ha interessato la Statale dello Stelvio SS38, in Località Molina, in direzione Passo dello Stelvio. Il secondo fenomeno ha
interessato la statale SS301. In tarda mattinata Anas ha effettuato un intervento per il ripristino della circolazione sulla SS301, che e’ stata dunque riaperta al traffico”.
Nello stesso tempo, la Sede territoriale di Sondrio della Regione Lombardia ha predisposto un pronto intervento di somma urgenza per rimuovere parzialmente il materiale depositatosi nell’alveo del Fiume Adda, in modo da facilitarne il deflusso.
“Nel primo pomeriggio, in seguito al briefing svoltosi nel Comune di Valdidentro, – fa sapere l’assessore Bordonali – e’ stata revocata l’ordinanza di evacuazione, con l’attenzione di un nuovo atto amministrativo analogo nel caso si riproponessero nelle prossime ore eventi temporaleschi di simili
caratteristiche”.
Risulta dunque aperta al traffico la Statale SS301, mente la Statale SS38, secondo fonti Anas, sara’ riaperta al traffico solo nei prossimi giorni.

Il comunicato del Comune di Valdidentro
A seguito dei movimenti franosi che hanno interessato la zona di Molina in comune di Valdidentro a mezzogiorno si è svolta, presso il comune di Valdidentro, una riunione di Protezione Civile presieduta dal Vice Prefetto di Sondrio Salvatore Angieri, alla presenza del presidente della Provincia Luca Della Bitta, del vice sindaco di Valdidentro Gabriele Viviani, del sindaco di Bormio Giuseppe Occhi, del presidente della Comunità Montana Alta Valtellina Raffaele Cola, degli assessori comunali di Valdidentro, dello Ster di Sondrio con Silvio D’Aschieri e di tutte le forze dell’Ordine, unitamente ai geologi incaricati di effettuare i rilievi ed i sopralluoghi sulla zona interessata.
Allo stato attuale la situazione non desta particolari preoccupazioni ed il vicesindaco ha provveduto a revocare l’ordinanza con la quale era stata disposta l’evacuazione di abitazioni ed edifici in località Curvalta nonché a revocare i due provvedimenti con i quali era stato interdetto il traffico veicolare lungo la strada statale 301 del Foscagno e quella comunale di San Gallo. Entrambe le strade sono state riaperte al transito.
Per quanto concerne la situazione della strada statale 38 che conduce al Passo dello Stelvio, l’Anas ha avviato prontamente i lavori per la rimozione del materiale che ha interessato la sede stradale opere che, presumibilmente, saranno ultimate tra cinque – sei giorni.
Nel frattempo lo Ster di Sondrio, oltre ad aver garantito la tempestiva disponibilità dell’elicottero per il sopralluogo effettuato in mattinata sta provvedendo, di concerto con i Vigili del Fuoco, alla rimozione del materiale che ha interessato l’alveo del fiume Adda.
Permane, alla luce delle previsioni meteorologiche, lo stato di preallerta e la situazione sarà costantemente monitorata sia con apparecchiature che con sopralluoghi sulle zone interessate dai movimenti franosi.

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Eventi
Meteo
Webcam
Pubblicità

Lascia un commento

*

Ultime notizie