Martedì 22 giugno 2021

Alto il rischio di incendio boschivo per la protezione civile

Condividi

boschi“Negli ultimi giorni il territorio regionale lombardo e’ stato interessato da parecchi incendi boschivi, per la maggior parte dolosi, dovuti alle particolari condizioni meteo-climatiche di siccita’ e alle temperature superiori rispetto alla media stagionale. La Regione Lombardia, per affrontare l’emergenza ha disposto l’apertura di tre basi elicotteristiche supplementari a Erba (Como), Talamona (Sondrio) e Cassano Magnago (Varese) in appoggio alla base permanente di Vilminore di Scalve (Bergamo). Senza creare allarmismi, abbiamo deciso oggi, con Arpa e il Corpo forestale dello Stato, di attivare il Piano regionale volto alla prevenzione e al pronto intervento”. Con queste parole l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali ha comunicato la dichiarazione dello ‘Stato di alto rischio incendio boschivo’ da parte della Regione Lombardia.
“Dal primo gennaio 2015 a oggi abbiamo registrato 227 incendi boschivi sul territorio regionale – spiega l’assessore -, con un totale di 2.000 ettari di superficie percorsi dal fuoco. Purtroppo la media giornaliera e’ aumentata nelle ultime settimane”.
Con il Piano e’ attivo il divieto assoluto di accendere fuochi nei boschi o a distanza da questi inferiore a 100 metri e l’applicazione delle sanzioni previste dalla normativa vigente.
“Abbiamo invitato gli Enti locali a pubblicare tale indicazione per una maggiore informazione della cittadinanza – conclude Bordonali -. Anche le organizzazioni di volontariato sono già state informate, affinche’ possano fornire la consueta, indispensabile collaborazione nella fase di prevenzione ed
estinzione di eventuali fenomeni”.

Ricevi le news di Valtellina Turismo Mobile su WhatsApp

Lascia un commento

*

Ultime notizie