Mercoledì 23 giugno 2021

AmbriaJazz prosegue il 16, 17 e 19 luglio con musica e arte

Condividi

AmbriaJazz castione casa parraviciniSabato 16 luglio evento ricco di musica e arte a Sondrio in via Ventina 17. La serata si aprirà alle ore 20 con l’inaugurazione della mostra fotografica di Walter Miglio. Alle 20.30 seguirà l’esibizione di Antonio Zambrini (piano solo), artista milanese fra i più interessanti nel panorama nazionale, pianista jazz, compositore e insegnante.
Alle ore 22 si esibiranno i Gaia Cuatro (Carlos Buschini basso contrabbasso, Gerardo Di Giusto piano, Aska Kaneko voce violino, Tomohiro Yahiro batteria percussioni). Gli artisti, provenienti da Argentina e Giappone, offriranno un’improvvisazione spontanea e naturale, con una estrema libertà di espressione e grande originalità, che vedrà fondersi la passione e il calore della musica argentina con la raffinatezza e l’eleganza di quella giapponese.
Durante la serata sarà possibile ammirare le sculture in ferro dell’artista Angelo Noce.
Inoltre, in occasione della XIX edizione di Scarpatetti Arte, doppio scambio: dalla manifestazione giungeranno alcune opere dell’artista Luca Bonetti, mentre nella storica contrada, in zona Ex Adua, sarà allestita una mostra fotografia dedicata ad AmbriaJazz.
Domenica 17 luglio al Teatro Comunale di Ponte in Valtellina (piazza Luini) alle ore 21 sarà la volta di Umberto Petrin & Buster Keaton “In Concert”. Petrin accompagnerà col pianoforte le immagini di due memorabili corti di Buster Keaton, costruirà storie che a volte si intrecciano alle immagini e che a volte, volutamente, vi si contrappongono (musiche di: Umberto Petrin, Thelonious Monk, Lennie Tristano, Billy Strayhorn, Ornette Coleman, Falco.) Fra i due cortometraggi è prevista una parte centrale di “Solo Piano”.
Martedì 19 luglio, infine, a Castionetto di Chiuro, alle ore 21 nei giardini di Palazzo Sala (accanto alla chiesa di San Bartolomeo): Il tempo in posa – Storie Mediterranee; in caso di pioggia presso l’oratorio parrocchiale). La musica di Jan Lundgren (piano solo) commenterà e accompagnerà la proiezione di fotografie di Pino Ninfa, in una sorta di viaggio nel nostro tempo, che consuma e distrugge ricordi e territori, storie e identità, per ricordare che la memoria va tenuta viva, innanzitutto, dentro di noi.

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie