Lunedì 29 novembre 2021

Anche a Livigno il meteo sta pesando sulle presenze estive

Condividi

Dopo un luglio terrificante per il clima, agosto non sta, purtroppo, rispettando le speranze degli operatori turistici valtellinesi.
Anche Livigno, località montana che per conformazione ovviamente è particolarmente soggetta alle bizze del tempo, sta soffrendo il meteo, ma si spera in una seconda parte di agosto e settembre finalmente caldi, che richiamino la clientela.
Va in questa direzione il commento sulla situazione nel Piccolo Tibet del responsabile marketing di Carosello 3000 Camillo Bertolini.
Certamente rispetto all’inverno, in cui il meteo condiziona poco la proposta, in estate l’offerta è sensibile alle condizioni climatiche. La località non è vuota, anzi, ma nel periodo caldo i turisti guardano le webcam e poi decidono se partire. Ovviamente le attività in quota stanno soffrendo maggiormente rispetto a quelle in paese.
Per quanto riguarda Carosello la clientela MTB resiste, anche perché è meno interessata al tempo, mentre le presenze delle famiglie italiane stanno risentendo della pioggia e delle temperature anomale.
Se confrontiamo il 2014 con luglio e agosto 2013 che sono stati molto caldi il calo è evidente”.
Non si può nemmeno dire che sui dati del Piccolo Tibet stia influendo lo spiacevole episodio dell’annullamento del Red Bull Wide Open di luglio.
L’evento Red Bull è stata una grande occasione persa per tutta Livigno. La visibilità sarebbe stata di grande impatto e di livello internazionale, essendo prima di tutto un evento mediatico, al di là delle presenze dirette che avrebbe portato.
A mio parere comunque il danno dell’annullamento della manifestazione va individuato più che altro nella mancata immagine per il Piccolo Tibet”.

Lascia un commento

*

Ultime notizie