Martedì 26 ottobre 2021

Anche un’ape fa Curriculum

Condividi

La penultima data di Estat’Arte 2013 brilla per particolarità, grazie alla formula originale e ‘contaminata’ dello spettacolo “Anche un’Ape fa Curriculum?” portato in scena dal Laboratorio Teatrale “Oltre la Parola” a Faedo Valtellino, sabato 28 settembre.
Un’ora densa di suggestioni scaturenti dalle letture di brani e poesie di Emily Dickinson e Wislawa Szymborska, enfatizzate dall’accompagnamento di violoncello, di percussioni e suoni evocativi ed ancestrali, la cui magia era concretizzata anche dalle prove di un’illusionista.
Un cast eterogeneo, così come apparentemente lontane le autrici protagoniste e fondamento dello spettacolo, Emily Dickinson e Wislawa Szymborska, nel tempo e nelle esperienze di vita, tuttavia tutti gli elementi si sono perfettamente intrecciati, creando un incantesimo che mantenuto sospeso il pubblico che ha affollato il nuovo salone polifunzionale di Faedo.
Dall’esplorazione intima delle sensazioni delle due poetesse, sino all’apertura di uno sguardo ironico e pungente sul mondo e sui rapporti tra persone, l’armonico accompagnarsi di suoni, parole e arte illusionistica ha sviluppato una percepibile sintonia ben ispirata da una delle poesie declamate della Dickinson: “Fare una prateria vuole un trifoglio e un’ape, / Solo un trifoglio, e un’ape, / E sognare. / Basta solo sognare, / Se le api sono poche”. Ed è così che i soli, brevi minuti dello spettacolo hanno aperto praterie di sogno.
L’esclusiva e felice produzione originale del Laboratorio Teatrale “Oltre la Parola” è stata portata in scena dalle attrici Marina Martinelli e Simona Micheletti, alternatesi tra le letture dei brani delle due poetesse, con i contributi sonori e musicali della viloncellista Ambra Rinaldo e del percussionista-rumorista Andrea Murada, con gli apporti ‘magici’ dell’illusionista Maddalena Ricciardi.

Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie