Giovedì 24 giugno 2021

Aprica, il Rifugio CAI Valtellina rinasce dalle sue ceneri

Condividi

Inaugurazione prevista a dicembre, ma già si cerca un gestore
La recente assemblea elettiva del CAI Aprica ha deciso le azioni da intraprendere nel corso dell’anno 2013,  primo tra tutti la riedificazione del Rifugio CAI Valtellina.
Bruciato nel 2010, e demolito nell’autunno 2012, dopo che si è temuto per la sua esistenza, stanno per partire i lavori di ricostruzione, non appena sarà sciolta la neve e la località Carègia del Palabione (1920 m) diverrà praticabile.
L’architettura del rifugio resterà la stessa, ma sarà cambiata la tipologia costruttiva, con uso di materiali più coibentanti e ignifughi. Al termine dell’estate dovrà essere completato l’innalzamento della struttura, mentre l’apertura è fissata per dicembre, in concomitanza con l’inizio della stagione invernale 2013-2014.
E’ comunque già possibile presentare la propria candidatura alla gestione futura del rifugio, che ricordiamo si trova direttamente sulle piste da sci del Palabione. I dirigenti del CAI Aprica sarebbero ben lieti che si facesse avanti qualche operatore locale, ma sono ovviamente disponibili a valutare allo stesso modo e senza preclusioni di sorta le richieste che venissero da fuori.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie