Mercoledì 23 giugno 2021

Aprica risveglia la primavera al suono di corni e campanacci

Condividi

Sunà da Mars ApricaTorna come tutti gli anni la più antica e sentita festa aprichese. Quando Aprica era solo una realtà contadina ed il turismo ancora non rendeva la neve una benedizione del cielo, si usava svegliare la primavera al suono di campanacci. Ovviamente la stagione sciistica è ancora nel vivo ma la tradizione non si è mai perduta: tutti gli anni, l’ultimo giorno di febbraio, dalle diverse contrade (S. Pietro, Dosso, Mavigna, S. Maria, Liscidini e Liscedo) gli abitanti percorrono le vie del paese con i campanacci affinché il suono risvegli l’erba e la natura riprenda il suo corso.
Alla fine della sfilata tutti a degustare il mach, piatto simbolo della giornata, il cui nome, forse derivante dal tedesco Macht, pare indicasse la forza necessaria ai suonatori.
Aprica, martedì 28 febbraio, ore 20.30, festa folkoristica con sfilata lungo le vie del paese e degustazione.
Fonte: Consorzio Turistico Media Valtellina Terziere Superiore

Calendario eventi
Locandine Tirano Aprica Teglio

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie