Martedì 22 giugno 2021

Aspetti classici e scorci inconsueti di Chiavenna con il Touring Club

Condividi

ChiavennaVisita guidata a Chiavenna sabato 7 maggio 2016
Quota individuale di partecipazione: Soci € 10 – non Soci € 20 a persona a copertura di tutte le spese.
Pagamento in loco.
– Dalle ore 14,30 alle ore 15,00: Ritrovo a Chiavenna in Piazzale Bertacchi, nella sala consiliare comunale ubicata al piano terra del palazzo municipale ed incontro con i Consoli Gian Emilio Terranova e Renato Colombo.
– ore 15,00: Inizio della visita guidata.
Avvertenze: Ampia possibilità di parcheggio nei pressi della stazione ferroviaria che si trova a meno di duecento metri dal Municipio. Per coloro che preferiscono il treno è possibile usufruire dei convogli Trenord della linea ferroviaria Colico/Chiavenna. La visita, della durata di tre ore circa, si svolge in ambito prevalentemente urbano e su strade pianeggianti tranne la passeggiata finale verso Piuro. L’itinerario è quindi privo di qualsiasi tipo di difficoltà. E per i più pigri… ci sarà a disposizione un pulmino! Si raccomandano comunque calzature comode. Il
programma della visita potrà subire variazioni in caso di avverse condizioni meteorologiche.
Cari amici, oggi lasciamo la ridente Valtellina per l’altrettanto bella Valchiavenna e andiamo alla scoperta del suo capoluogo, Chiavenna. Posta alla confluenza delle valli che conducono ai passi del Maloja e dello Spluga che in tempi oramai remoti rappresentavano le più facili vie di transito tra la pianura padana e l’Europa centrale, Chiavenna non poteva che nascere con una spiccata vocazione commerciale. Con il trascorrere dei secoli la cittadina è andata via via ingrandendosi e soprattutto arricchendosi di pregevoli palazzi e di altre notevoli opere d’arte. La nostra giornata inizierà con la visita all’antico centro storico cittadino. Percorreremo strade e vicoli alla scoperta degli angoli più remoti e suggestivi. Quindi visiteremo in maniera più approfondita due siti che ci tramandano storia e tradizione. Per primo il Mulino di Bottonera, tipico esempio di archeologia industriale.
La struttura ospita ancora al suo interno le vecchie macchine che per lunghi anni sono state utilizzate per la macinazione, la pulizia e il lavaggio del grano. L’ambiente è rimasto sostanzialmente integro ed è ancora palpabile
l’atmosfera che caratterizzava il duro lavoro dei mugnai nel XIX secolo. Visiteremo quindi la Galleria storica dei Vigili del Fuoco dove sono conservati oggetti e documenti che testimoniano la realtà pompieristica italiana dal 700’ ai giorni nostri. Non mancano ovviamente gli automezzi, alcuni dei quali sono dei veri e propri cimeli, come un’autopompa del 1908, ovverosia il mezzo antincendio più antico d’Italia. Il museo ospita inoltre una pregevole
collezione di modellini, fedeli riproduzioni dei mezzi antincendio più noti di tutti i tempi, opera di un appassionato ex Vigile del Fuoco di Chiavenna. Al termine della visita imboccheremo una caratteristica strada pedonale lambita dal fiume Mera. Faremo insieme una gradevole passeggiata di un quarto d’ora circa in direzione di Piuro avendo anche modo di osservare la famose “marmitte dei giganti”. Proseguiremo quindi il nostro cammino all’ombra di alberi secolari e potremo ammirare il panorama spaziando con lo sguardo dal versante di Pianazzola fino alla periferia occidentale di Chiavenna. E qui ci saluteremo. Come dite? Ritenete inopportuno lasciarci così su due piedi e peraltro nel folto di un bosco? E’ vero, scusatemi, avevo dimenticato di dirvi che Chiavenna e la contigua Piuro sono la patria dei crotti. Ed è proprio uno tra i più belli di quei caratteristici locali che ci attende per il consueto momento conviviale di commiato.
Se qualcuno desidera pernottare a Chiavenna per completarne la “Scoperta” può preventivamente rivolgersi al Consorzio Turistico Valchiavenna che fornirà ogni utile indicazione logistica.

Cosa fare Chiavenna


Palaghiaccio
Piscina

Enti e uffici turistici Chiavenna


Consorzio Turistico Valchiavenna

Ricevi le news di Valtellina Turismo Mobile su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie