Martedì 26 ottobre 2021

Assemblea di fine anno per il Consorzio Turistico Media Valtellina

Condividi

Assemblea in streaming per il Consorzio Turistico Media Valtellina giovedì nel tardo pomeriggio. La presidente Marcella Pini ha illustrato ai soci i dati di un’annata particolare a causa della pandemia, ma comunque con degli spiragli di luce molto positivi.

E fra le cose più rilevanti emerse proprio a seguito della pandemia, ha annunciato la decisione di non far pagare ai soggetti privati le quote per l’anno 2021 a coloro che sono regolarmente iscritti nell’anno in corso. Ma andiamo per ordine.

«Il 2020 – ha detto Pini – come inevitabile, è stato fortemente caratterizzato dall’emergenza sanitaria covid-19, la quale ha inciso notevolmente sul comparto turistico. Nonostante ciò, pur registrando l’annullamento di alcuni eventi nonché la partecipazione alle fiere, il Consorzio ha proseguito, oltre che con le attività ordinarie, con gran parte di quelle programmate quali il progetto di promozione del cicloturismo in Valtellina, di cui da due anni è il soggetto attuatore per l’intera Provincia e che ha visto il Consorzio gestire, tra le varie iniziative, le tappe valtellinesi del Giro d’Italia e del Giro Giovani Under 23; il progetto ‘Ritrovare l’identità perduta’ relativo alla valorizzazione ai fini turistici del Comune di Teglio; gli eventi estivi del Comune di Tirano tra cui va evidenziato ‘Eroico Rosso, Sforzato Wine Festival’ che, organizzato con modalità diverse dalle edizioni precedenti, ha riscosso un grande successo di pubblico in totale sicurezza; la manifestazione ‘Pizzocchero d’oro e Weekend dei Sapori d’Autunno’ di Teglio. Non da ultimo il Consorzio è riuscito a garantire – nei limiti e nel rispetto dei vari decreti che si sono susseguiti nel corso dell’anno – l’apertura degli uffici evitando così la messa in cassa integrazione del personale dipendente».

Il bilancio 2020, approvato dall’assemblea, chiude in sostanziale pareggio (utile di 4.149 euro) con valore della produzione da oltre un milione di euro, mentre c’è una previsione per il 2021 di circa 1 milione e mezzo di euro.

Il Consorzio turistico Media Valtellina è un soggetto privato che raccoglie a se quali soci i 12 comuni del mandamento di Tirano, ovvero Aprica, Bianzone, Grosio, Grosotto, Lovero, Mazzo di Valtellina, Sernio, Teglio, Tirano, Tovo Sant’Agata, Vervio e Villa di Tirano, la Comunità montana Valtellina di Tirano, oltre a circa 100 aziende private in rappresentanza di esercizi di ricettività, di ristorazione, di trasporti, di servizi, di svago, impianti di risalita, scuole sci e di mountain bike, ecc.

«Obiettivo del Consorzio è la promozione e la crescita del territorio che lo rappresenta, per il raggiungimento di ciò diverse sono le attività svolte, tra queste l’accoglienza turistica attraverso i 4 Infopoint gestiti quali quelli di Tirano, Aprica, Teglio e Grosio, la pubblicazione di materiale promozionale, la presenza in fiere di settore, il supporto a giornalisti e blogger ospiti sul mandamento, l’organizzazione diretta o in collaborazione con i Comuni di manifestazioni e iniziative quali visite guidate, l’adesione a specifici progetti regionali e transfrontalieri, nonché la gestione del Parco delle Incisioni Rupestri di Grosio, della Villa Visconti Venosta di Grosio e del Museo Etnografico Tiranese. Queste attività sono rese possibili grazie a uno staff che a pieno regime raggiunge le 15 unità».

La presidente ha sottolineato infine nuovamente l’orgoglio per non aver messo nessun dipendente in cassa integrazione nonostante il periodo difficilissimo.

«Speriamo di poter portare avanti tutte le attività programmate e gli eventi che abbiamo in cantiere. Molto dipenderà dall’andamento della pandemia e per questo dobbiamo essere cauti e pensare prima a tutelare la salute. Certamente non faremo mancare il nostro apporto al settore turistico in un periodo davvero difficile per tutti gli operatori».
Fonte: Consorzio Turistico Media Valtellina

Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie