Lunedì 16 settembre 2019

Attivo il servizio sperimentale “Con la bici in Valmalenco”

Condividi

Dal 14 luglio al 31 agosto si effettua, in via sperimentale, il servizio di trasporto di biciclette su alcune corse della linea Sondrio – Valmalenco.
In questo periodo quindi sulla linea A36 è ammesso, previo pagamento di un biglietto per ogni velocipede trasportato di 5,50 €, il trasporto di biciclette secondo le modalità indicate di seguito ed esclusivamente sulle corse indicate.
Il carico e lo scarico delle biciclette può avvenire esclusivamente presso le seguenti fermate: Sondrio autostazione (capolinea), Chiesa in Valmalenco località Vassalini, Caspoggio (capolinea).
Il numero massimo di biciclette trasportabili è pari a 6.
Le operazioni di carico, posizionamento, fissaggio e scarico delle biciclette sono a totale cura del proprietario.
Andata
Sondrio – Chiesa in Valmalenco – Caspoggio
8:40 – 9:20 – 9:30
11:40 – 12:20 – 12:30
16:40 – 17:20 – 17:30
17:40 – 18:20 – 18:30
Ritorno
Caspoggio – Chiesa in Valmalenco – Sondrio
10:30 – 10:40 – 11:20
12:30 – 12:40 – 13:20
18:30 – 18:40 – 19:20
Ricordiamo che fino al 15 settembre è aperto tutti i giorni (9-12:30 e 14:30-18:30) il noleggio Rent Bike Palù. Il servizio si trova nel cuore della Valmalenco, presso l’ufficio del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco in località Vassalini (info).
Fonte: Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco
Sondrio e Valmalenco, nel cuore della Valtellina, è un territorio caratterizzato da una natura selvaggia, ma generosa, incastonato tra le Alpi Orobiche e Retiche, tra cui svetta, con i suoi 4.050 metri, il pizzo Bernina. Regno della neve d’inverno con 60 km di piste da sci, uno snowpark e una sconfinata offerta di attività all’aria aperta, tra montagne bellissime e maestose, sa regalare una scenografia di colori, profumi e sapori che mutano ad ogni stagione. Non mancano bellezze naturali, artistiche, storiche e scenari unici, come i terrazzamenti vitati, sul versante retico dell’Adda, sui quali si producono pregiati vini che ben si accompagnano ai migliori prodotti della tradizione enogastronomica valtellinese.

  1. Luca Rispondi

    Era ora!

  2. Chiara Racchetti Rispondi

    Ottima iniziativa!!L’ permetterà di sicuro un incremento dei fruitori della Valmalenco…
    Grande interesse tra i biker

  3. Ugo Nana Rispondi

    Perche non arrivare fino al capolinea di Tornadri

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie