Venerdì 25 giugno 2021

Attraversamento di Lecco, tutor improbabili dopo la diffusione dei dati 2019

Condividi

La Polizia Stradale di Lecco ha comunicato i dati della propria attività nel 2019.
Con riferimento all’eccesso dei limiti di velocità, accertato non solo con l’utilizzo di autovelox, ma anche a mezzo telelaser, sono state oltre 970 le violazioni, di cui oltre 870 rilevate sulla statatle 36.
La tratta di vigilanza stradale delle pattuglie della Sezione di Lecco e della Sottosezione di Bellano, per quanto attiene alla sola statale 36, è da Civate sino alla rotatoria del Tartano in provincia di Sondrio.
Nonostante l’aumento del numero degli incidenti, in particolare sulla tratta della statale 36 che sono passati da 202 a 245, quelli con esito mortale si sono ridotti da 16 a 4.
Proprio questo dato pare che confermerebbe la mancanza di legittimazione dell’autovelox o del tutor all’interno dell’attraversamento di Lecco per lo scarso numero di incidenti e di vittime.
Da quanto riportato su diversi media la Prefettura di Lecco avrebbe dichiarato che con queste cifre i mezzi tecnologici di cui sopra, viste le vigenti norme, risulta improbabile possano essere adottati in futuro nell’attraversamento di Lecco.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie