Venerdì 30 luglio 2021

Benessere generazionale: la Valtellina non è una provincia per giovani

Condividi





Qualità della vita per i tre target generazionali: bambini, giovani e anziani.
Tre nuovi indici del Sole 24 Ore premiano le province con il miglior contesto di vita per fasce di età declinata in base agli indicatori statistici selezionati.
Le tre nuove classifiche “generazionali” (ciascuna composta da 12 parametri) misurano con i numeri la vivibilità dei territorio per bambini, giovani e anziani. Gli indicatori sono stati selezionati per evidenziare particolari aspetti che influenzano la qualità della loro vita. Ad ogni parametro è stato poi assegnato un punteggio per ciascuna provincia da 0-1000. E la classifica finale è il risultato della media dei punteggi conseguiti.
I tre nuovi indici documentano così la capacità delle istituzioni di mettere in campo servizi efficienti, le relative condizioni di vita, le lacune nei confronti dei più fragili e le aspettative dei più giovani. Ne emerge un racconto che mette in luce come, da nord a sud, i divari territoriali sono purtroppo anche generazionali.
La provincia di Sondrio risulta (su 107 province) al 7° posto nella classifica relativa agli anziani, al 16° per la qualità della vita dei giovani e al 49° per quella dei bambini.
La provincia di Lecco risulta al 35° posto nella classifica relativa agli anziani, al 65° per la qualità della vita dei giovani e al 26° per quella dei bambini.

Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie