Mercoledì 27 ottobre 2021

A Bormio nuovo incontro con i Nobel per la Letteratura

Condividi

Ancora un incontro con i Nobel per la Letteratura (domenica 29 dicembre 2013, ore 17, presso la sala Congressi Bormio Terme, Via Stelvio 14)
Dopo la poesia, quest’anno è la volta della prosa. I tre incontri precedenti erano dedicati a Salvatore Quasimodo, Pablo Neruda e Thomas Stearns Eliot. Il quarto evento vede l’attenzione spostarsi sul romanzo e tratta Thomas Mann, che ricevette il Nobel nel 1929. Il commento è affidato a Maria Franca Frola, già professore ordinario di Letteratura Tedesca all’Università Cattolica di Milano.
La conferenza/spettacolo che si tiene quest’anno a Bormio, in considerazione della stretta vicinanza che collega Thomas Mann a Davos, ha per oggetto Der Zauberberg (1924). Il romanzo è noto in Italia come La montagna incantata nella traduzione di Ervino Pocar. Mondadori, in omologazione alle traduzioni europee, lo ha riproposto col titolo La montagna magica nella traduzione di Renata Colorni. Nella occasione bormina l’accento sarà posto sull’aspetto “alchemico” della evoluzione di Hans Castorp. Il giovane amburghese arriva a Davos, in visita al cugino Joachim Ziemssen per restarvi tre settimane e vi rimarrà sette anni.
Il percorso iniziatico che intraprende con la guida illuminata di Settembrini si svolge nell’atmosfera rarefatta del monte (der Berg) sul quale la natura fiabesca, l’amore agognato, l’attesa indefinita, la malattia e il senso di morte espandono il tempo, togliendogli ogni possibilità di computo.
La lettura è affidata alle voci recitanti di due attori affermati, usciti dalla prestigiosa Scuola del Piccolo Teatro di Milano, Christian Poggioni e Lorenzo Lutteri.
Lo spettacolo contempla pure dei piacevoli inframmezzi musicali eseguiti dai Maestri Michele Baffero al violino e da Alessandro Ruggeri al flauto.
L’ingresso è libero. 

Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie