Venerdì 26 novembre 2021

Bus sostitutivi insufficienti, studenti lasciati a piedi

Condividi





NEWS LOCALI
Sono giunte alla CISL di Sondrio segnalazioni di disagi da parte di alcuni genitori di studenti pendolari che lamentano il fatto che i loro figli, al rientro da scuola sulla tratta Morbegno – Tirano, spesso, non trovano posto sui bus sostitutivi del treno e sono costretti a posticipare il rientro con considerevole ritardo.
Le suddette segnalazioni riguardano, nello specifico, alcuni studenti tiranesi frequentanti un liceo di Morbegno che, all’uscita da scuola, hanno la possibilità di usufruire del bus sostitutivo del treno con partenza alle ore 13:10 da Morbegno ma che, spesso, non trovano posto per via dei limiti di capienza stabiliti dalle norme anti Covid e devono, pertanto, arrangiarsi in altro modo con conseguenti disagi e nonostante abbiano pagato un abbonamento mensile.
A tal proposito, alcuni genitori hanno provveduto a segnalare il disagio a Trenord, ma la risposta, a detta dei genitori, non è stata per nulla soddisfacente, limitandosi ad un generico impegno “nell’individuare opportune soluzioni”.
Le segnalazioni ricevute rendono evidente l’insufficienza dei mezzi messi a diposizione per sostituire la corsa del treno in relazione al numero di studenti da trasportare e ciò, nonostante il fatto che la didattica in presenza sia attualmente limitata al 75%.
Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie