Mercoledì 20 ottobre 2021

Campionato italiano alpini scialpinismo: valtellinesi pigliatutto a Lanzada

Condividi

Scialpinismo in Valmalenco Michele Boscacci & Robert Antonioli vincono la gara, Walter Trentin – Matteo Pedergnana conquistano il tricolore 2014…. Penne nere valtellinesi assolute protagoniste sulle nevi della Valmalenco nella 29ª edizione della scialpinistica Pizzo Tre Signori. Il forte vento che di prima mattina ha obbligato gli uomini della Sportiva di Lanzada a lavori straordinari di tracciatura, tagliando parti d ghiacciaio e dirottando tutti i concorrenti su un unico percorso, non è riuscito a rovinare la festa tricolore. Festa cominciata nel pomeriggio di sabato tra le vie del borgo malenco dove si è tenuta la consueta parata accompagnata dalla musica della fanfara alpina. Festa continuata nella mattinata di ieri con la competizione che ha visto ai nastri di partenza un centinaio di coppie impegnate su un anello da circa 900m di dislivello positivo spalmati su 4 salite e altrettante discese.
Pur non essendo in lizza per il titolo, essendo alpini ancora in attività, le due giovani stelle del Cs Esercito di Courmayeur Michele Boscacci – Robert Antonioli hanno voluto onorare la gara di casa facendo il ritmo al resto della ciurma ed effettuando così un ultimo test in vista della Pierra Menta (durissima gara a tappe che li vedrà impegnati questa settimana sulle montagne del beaufortain francese). Per loro successo di giornata con il tempo di 1h07’28”. Secondo posto e titolo tricolore per i due alpini della sezione valtellinese di Tirano Matteo Pedergnana – Walter Trentin che hanno tagliato il traguardo in 1h09’46”. Terza piazza e argento di campionato italiano per i biellesi Corrado Vigitello – Enzo Passare (1h14’28”). Bronzo tricolore, invece, sule spalle della equipe proveniente dalla sezione di Salò composta dall’esperto Claudio Lombardi e dal promettente Filippo Bianchi (1h15’05”). Nelle posizioni che contano anche Dino Sala – Pini Eros (Tirano), Francesco Pozzi – Fermo Maiolani (Tirano), Erwin Deini – Mauro Darioli (Domodossola), Simone Brunelli – Francesco Sandrini (Vallecamonica), Giovanni Gianola – Domenico Gianola (Lecco), Ugo Pedrotti – Mirco – Negrini (Sondrio). A livello di sezioni, Sondrio ha vinto su Tirano e Bergamo.
Per quanto riguarda invece la speciale graduatoria sul circuito B, risultato per motivi di sicurezza identico a quello lungo, ma ugualmente premiato dal comitato organizzatore, a primeggiare sono stati i biellesi Nicola Rocchi e Filippo Pelacchi.
COMMENTI POST GARA:
Michele Boscacci: «Correre allo Scalino è sempre bello. Gli organizzatori sono stati fantastici nel modificare il percorso a tempi di record e permetterci di correre nonostante il fortissimo vento che spirava in quota. Ora io e Robert focalizzeremo l’attenzione sulla Pierra Menta con il preciso intento di provare a staccare il migliore piazzamento possibile».
Walter Trentin: «Due anni fa il titolo mi era sfumato ad Albosaggia. Oggi sono partito con il preciso intento di rifarmi. Il mio socio Matteo Pedergnana stava davvero bene e mi ha fatto il ritmo sin dalle prime battute. Siamo contenti di portare a casa il tricolore e di dedicarlo alla nostra sezione di Tirano).
Gianfranco Gianbelli (neo presidente della sezioni alpini sondriese): «Abbiamo organizzato questa due giorni tricolore e siamo riusciti a regalare a partecipanti e pubblico delle belle emozioni garzie a una location da favola come il Pizzo Scalino, ma soprattutto grazie all’impegno sinergico di tutte le sottosezioni. I miei ringraziamenti vanno a tutti i volontari che ci hanno dato una mano. Vanno ai ragazzi della Sportiva Lanzada per il prezioso supporto logistico, vanno ad enti pubblici e sponsor privati per l’aiuto economico senza il quale non saremmo riusciti a fare nulla».
Fonte: Maurizio Torri

Lascia un commento

*

Ultime notizie