Venerdì 17 settembre 2021

Cerchi lavoro in Svizzera?

Condividi





Il momento per l’occupazione, anche in provincia di Sondrio, non è certamente dei più facili. La pandemia ha tagliato fuori dal mercato del lavoro centinaia, forse migliaia, di persone tra lavoratori dipendenti, autonomi e piccole imprese. Queste ultime, quasi sempre composte da un paio di addetti compreso il titolare, se non avevano un paracadute grazie a risparmi e/o aiuto sociale/familiare sono state semplicemente abbandonate. Senza fare polemica, che è il mestiere di chi non ne ha uno, non possono essere considerati veramente aiuti in grado di salvare qualcosa o qualcuno quelli stanziati dai vari enti nazionali, regionali e locali.
Hanno quasi sempre semplicemente allungato un po’ l’agonia. Chi era destinato a chiudere, ha chiuso. Coloro che invece potevano resistere di certo, con i contributi arrivati,  non hanno cambiato vita o umore.
Per questo la Svizzera sta diventando ancora una volta, come nel passato, oggetto del desiderio o della necessità, per sempre più lavoratori del nord Italia. Valtellina compresa.
Nonostante la crisi legata al Covid-19 si sia fatta sentire anche nei Grigioni e in Ticino, le offerte delle imprese svizzere non mancano, in particolare in Engadina come dimostrano gli annunci pubblicati quotidianamente sul portale arbeit.swiss. Portale (anche in lingua italiana) della Segreteria di Stato dell’economia (SECO) che segnaliamo come principale e più attendibile riferimento per chi cerca lavoro in Svizzera.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie