Domenica 19 settembre 2021

Chiuso 7 giorni bar a Colico per fuochi artificiali non autorizzati

Condividi





Nella giornata di ieri 30 agosto u.s. il Questore della Provincia di Lecco, su proposta della Stazione Carabinieri di Colico, ha emanato un provvedimento di sospensione della licenza di esercizio pubblico ex art. 100 T.U.L.P.S. nei confronti di un’attività commerciale sita in Colico (LC), operante nel settore della ristorazione, poiché il 25 agosto 2021 lo staff che gestisce il citato locale ha organizzato uno spettacolo pirotecnico, senza nessuna autorizzazione, durante il quale ha esploso fuochi d’artificio sulla banchina del porticciolo, in assenza di precauzioni per le persone antistanti, per le bancarelle presenti e per le imbarcazioni ormeggiate sotto il luogo d’accensione, generando così una forte turbativa per l’ordine e la sicurezza pubblica.
I forti ed improvvisi scoppi, dovuti allo spettacolo, hanno allarmato e fatto allontanare la clientela delle sopra indicate bancarelle; il 26 agosto 2021, inoltre, sono giunte alle locali forze di polizia numerose lamentele, con segnato riferimento all’avvenuto danneggiamento di diverse imbarcazioni, ormeggiate nel porticciolo limitrofo all’area dell’esplosione dei fuochi ed al timore generato nei passanti. Il particolare stato di agitazione ha riguardato anche gli animali domestici, divenuti ingestibili per gli spari, di quei cittadini che si trovavano in loro compagnia. Quanto accaduto ha pertanto giustificato, da parte del Questore, l’emissione del provvedimento in argomento, per un periodo di sette giorni, che è stato notificato nel pomeriggio di ieri da personale dell’Arma dei Carabinieri.
La finalità di tale provvedimento non è di danneggiare un’attività economica, ma al contrario quella di ottenere un severo effetto dissuasivo in ordine alla commissione di condotte gravi e/o pericolose all’interno degli esercizi pubblici, a tutela dell’ordine e sicurezza pubblica dei cittadini.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie