Lunedì 28 settembre 2020

Chiuso il tunnel di collegamento tra Livigno e bassa Engadina

Condividi

Dopo 50 anni di servizio il Tunnel “Munt la Schera” si rinnova profondamente con manutenzioni straordinarie. Costruito per raggiungere la diga (di proprietà Svizzera) nel 1969 sul Lago di Livigno, dal 1970 è stato reso fruibile al traffico veicolare. È entrato nella classifica dei 10 tunnel più curiosi d’Europa per storia e caratteristiche. Per la prima volta nella sua storia rimarrà chiuso per 3 mesi, dal 1° settembre al 30 novembre. Con un lunghezza totale di 3,2 km, è da sempre ad una corsia, negli anni ‘90 è stato scavato un tunnel di sicurezza che corre sul fianco, con bypass ogni 250 metri, mentre negli anni 2000 è stato creato il sistema di ventilazione per aiutare il ricircolo di aria. Il tunnel infatti è un lungo rettilineo con una leggera pendenza (in salita verso Livigno), per sua natura non servirebbe un ricircolo forzato in quanto sono proprio la pendenza e la lunghezza che inducono l’aria al passaggio in modo naturale, il traffico intenso però ha portato a creare anche una ventilazione forzata. Tanto si è parlato di un raddoppio nel corso degli anni, con il comune di Livigno pronto a metterci ingenti somme di denaro, ma i Grigioni e la società EKW che lo gestisce non vogliono, temono un aumento di traffico, quando in realtà ogni sabato di inverno devono creare parcheggi dedicati alle attese per Livigno fino a Zernez per non intasare la strada cantonale dell’Ofenpass. Tenere quindi presente che fino al 30 novembre il tunnel di collegamento tra Livigno e la Bassa Engadina sarà chiuso.
Marco Trezzi

Dormire Livigno

Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort****S
Hotel Concordia****

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie