Sabato 31 luglio 2021

Il CNSAS recupera scalatore milanese scivolato in Val di Mello

Condividi

Due interventi ieri pomeriggio per i tecnici della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna del CNSAS. Poco dopo mezzogiorno è arrivata la chiamata per un uomo di 61 anni residente in Valmalenco, località Castello di Caspoggio, infortunatosi mentre stava raccogliendo della legna. È caduto in una scarpata per una sessantina di metri, un dirupo con sassi e alberi, ed è finito nel pianoro sottostante. Ha riportato diversi traumi e fratture ma è sempre stato cosciente ed è quindi riuscito a gridare per chiedere aiuto. Dal lato opposto un passante ha sentito ed è riuscito a localizzarlo e a dare l’allarme. Sul posto i tecnici della Stazione di Valmalenco, il SAGF – Soccorso alpino Guardia di Finanza, i Vigili del fuoco e l’elisoccorso.
Altro intervento nel pomeriggio per un ragazzo di circa 20 anni, residente nel Milanese. Stava scalando lungo la via “Mani di fata”, sulla struttura “Alkekengi”, in Val di Mello. È scivolato per alcuni metri e cadendo al suolo ha riportato la frattura di una caviglia. Le persone che erano con lui hanno subito chiesto aiuto. La Centrale operativa ha inviato sul posto le squadre territoriali, otto i tecnici impegnati, appartenenti alle Stazioni di Valmasino e Morbegno della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna. Il ragazzo è stato portato in ospedale. Sul posto anche l’elisoccorso, decollato da Bergamo. L’intervento è cominciato alle 13:00 ed è terminato nel tardo pomeriggio.
Fonte: Soccorso alpino e speleologico lombardo

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie