Domenica 20 giugno 2021

Come smaltire i cellulari

Condividi





NEWS LOCALI
Conoscere e distinguere i rifiuti per differenziarli correttamente (fonte Secam)
Cellulari
I telefoni cellulari e in particolare le loro batterie sono costituite da metalli e materiali altamente inquinanti, come zinco, litio, piombo, nichel, plastica e ferrocadmio. Si tratta quindi di rifiuti pericolosi.
Per i cellulari valgono le modalità di gestione e smaltimento dei RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettrice ed Elettroniche), sono regolate dal Decreto Legislativo n. 49 del 14 marzo 2014.
La normativa prescrive che per ogni elettrodomestico nuovo acquistato, il rivenditore è tenuto ritirare gratuitamente dal privato cittadino il RAEE equivalente per tipologia e funzioni che egli eventualmente consegna all’atto dell’acquisto della nuova apparecchiatura (sistema cosiddetto dell’uno contro uno). Al rivenditore spetta quindi il compito di provvedere al corretto smaltimento delle vecchie apparecchiature.
Il D.L. n. 49/14 ha inoltre stabilito che i negozi con superficie di vendita superiore ai 400 metri quadri devono allestire un’area per il ritiro dei RAEE di piccole dimensioni con modalità uno contro zero, ossia è possibile conferirli gratuitamente da parte del privato cittadino anche senza effettuare l’acquisto di prodotti nuovi equivalenti.
Nel caso si dovessero smaltire cellulari non sostituiti da nuovi acquistati presso i rivenditori, questi devono essere conferiti con le modalità prescritte dai singoli comuni.

ABC dei rifiuti
Come si fa la raccolta differenziata: cosa mettere nel sacco giallo
Come si fa la raccolta differenziata: cosa mettere nel sacco azzurro

Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie