Sabato 23 ottobre 2021

Controlli stradali in Svizzera: arriva l’accertamento etilometrico probatorio

Condividi

la rosa valposchiavo svizzera Dal 1° ottobre sarà introdotto in Svizzera l’accertamento etilometrico probatorio. In futuro, durante i controlli stradali da parte della polizia il prelievo del sangue verrà effettuato solo in casi eccezionali.
Ad essere rilevata non sarà più la quantità di alcol nel sangue, bensì la sua concentrazione nell’aria espirata. Cambieranno pertanto unità di misura e valori, ma regole e norme non subiranno un inasprimento e rimarranno invariate.
L’introduzione del nuovo metodo avverrà gradualmente, in attesa che tutti i Cantoni dispongano degli apparecchi abilitati.
L’inabilità alla guida può essere accertata già oggi tramite un test etilometrico. Il risultato ha tuttavia valore probatorio soltanto se inferiore allo 0,80 per mille e se riconosciuto dal soggetto interessato mediante apposizione della firma. In tutti gli altri casi lo stato di ebbrezza deve essere avvalorato da un esame del sangue.
I nuovi etilometri sono invece in grado di rilevare la concentrazione di alcol nell’aria espirata in modo così preciso e affidabile che l’esito acquista valenza probatoria in sede giudiziale.
Per escludere qualsiasi possibilità di errore, l’apparecchio effettua due misurazioni a distanza di pochi secondi l’una dall’altra: soltanto se entrambi i valori coincidono viene visualizzato un risultato valido.
Il nuovo metodo determina una modifica di unità di misura e valori. Gli etilometri non indicano più l’alcolemia espressa in per mille (grammo di alcol per chilogrammo di sangue), bensì i milligrammi di alcol per litro di aria espirata (mg/l). Le cifre si dimezzano, ma nella sostanza corrispondono ai limiti già noti: l’attuale tasso alcolico dello 0,5 per mille equivarrà a 0,25 milligrammi al litro, lo 0,8 per mille a 0,4 milligrammi al litro. Regole e norme rimarranno pertanto invariate.
Fonte: Bluewin

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie