Giovedì 17 giugno 2021

Coronavirus: nuove precisazioni di Regione Lombardia per aperture bar e pub

Condividi

Grazie all’intervento di Confcommercio presso Regione Lombardia, quest’ultima ha pochi minuti fa formalmente deciso che: “I bar e/o pub che prevedono la somministrazione assistita di alimenti e bevande possono rimanere aperti come i ristoranti, a condizione che sia rispettato il vincolo del numero massimo di coperti previsto dall’esercizio”.
Lo chiarisce una FAQ pubblicata sul sito della Regione Lombardia ricordando che “L’obiettivo dell’ordinanza che regola le prescrizioni per il contenimento del Coronavirus nelle aree regionali classificate come ‘gialle’ (ovvero valide su tutto il territorio regionale ad eccezione della ‘zona rossa’) è quello di limitare le situazioni di affollamento di più persone in un unico luogo.
“Nei ristoranti – chiarisce la nota di Regione Lombardia- può entrare un numero contingentato di persone. Lo stesso, dunque, vale anche per i bar dove ci sono posti a sedere contingentati e che effettuano servizio al tavolo e non al bancone”.
I gestori sono comunque invitati a mettere in atto tutte le misure necessarie per evitare nei propri locali gli assembramenti a rischio.
Fonte: Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della provincia di Sondrio

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie