Lunedì 18 ottobre 2021

Teglio Teatro Festival Valtellina

Condividi

Dal 28 luglio all’11 agosto torna  Teglio Teatro Festival Valtellina. Questa edizione ha  per tema il viaggio  e coinvolgerà 14 comuni della Valtellina, dalla Valgerola a Livigno animando il territorio con 15 giorni di appuntamenti teatrali e musicali,  sentieri d’arte, natura e storia e percorsi di gusto.
Il Festival si apre domenica 28 luglio ore 21 a Teglio con l’energia e la carica travolgente dei Coulors, dieci componenti per un’età media 20 anni che presentano “Coulors of forest”, concerto di suggestioni e incanti in mezzo alla natura.
La serata inaugurale del festival continuerà con la proiezione del documentario “Le quattro volte” di Michelangelo Frammartino, visione poetica sui cicli della vita e della natura, sulle tradizioni dimenticate di un luogo senza tempo. A presentarlo, oltre al regista, il critico cinematografico Fabrizio Tassi.
La kermesse continua con letture nei cortili e mostre d’arte nei castelli e nei palazzi più belli della Valtellina, concerti all’alba nei rifugi a duemila metri d’altezza e in suggestivi siti naturali, e ancora passeggiate e aperitivi con i prodotti tipici della tradizione valtellinese.
Lunedì 29 luglio per la prima volta suggestiva e affascinante location del festival sarà la centrale idroelettrica di Grosio, straordinario connubio di arte e tradizione per una serata assolutamente indimenticabile dal titolo “Un viaggio di emozioni in Centrale” con le fantastiche “Multivisioni Marco Polo”, poetico ed evocativo connubio di immagini fotografiche e musica e un colorato viaggio tra moda e danza.
Tra gli eventi naturali più attesi e suggestivi si segnala: venerdì 2 agosto si sale ad alta quota a Vervio  (2.080 metri), per il concerto al tramonto – e poi all’alba – con le incantevoli arpe (celtica e bardica) di Vincenzo Zitello con in seguito escursione fino ai meravigliosi laghi di Schiazzera, mentre martedì  6 agosto alle ore 10 a Grosotto si parte per una biciclettata sul sentiero Valtellina fino alla Centrale di Stazzona.
Domenica 4 agosto ore 21 a Sernio concerto di musica sacra con Diego Bragonzi Bignami e Maria Silvestrini mentre mercoledì 7 agosto a Teglio si potrà assistere allo spettacolo teatrale La Stella Cieca del drammaturgo bielorusso Nikolay Rudkovski, produzione Laboratorio Teatrale Oltre la Parola.
E ancora giovedì 1 agosto ore 21 a Villa di Tirano straordinario esempio di architettura contadina, la lettura tra vecchi ballatoi e pannocchie intrecciate nel dialetto di Piero Collina dei Promessi Sposi ad opera di Marco Ballerini, e affascinanti incontri letterari e poetici nei cortili, spettacoli teatrali per i più piccoli e con i burattini, proiezione del cortometraggio in dialetto di Livigno, frutto del Laboratorio di Cinema del Centro Diurno Disabili  di Livigno (lunedì 5 agosto a Teglio ore 21), recital sull’Odissea di Omero ( sabato 3 agosto a Chiuro ore 21), coinvolgenti incontri con la tavola e ricette su come cucinare con il vino, tradizionali della Valtellina (nell’incantevole palazzo medievale Torelli di Tirano, giovedì 8 agosto), recital di musica popolare (con la Napoli di Francesca Mazza martedì 6 agosto ore 21 a Palazzo Juvalta di Teglio), un omaggio a Giorgio Gaber da parte di Giacomo Occhi (domenica 11 agosto ore 21 a Teglio), visite guidate nella valle del Bitto e non solo per chiudere con un affascinante concerto della giovane filarmonica di Morbegno (Teglio, 12 agosto).
Due prime teatrali nazionali sul tema del viaggio: Rivoluzione stazionaria di e con Giacomo Occhi, intensa narrazione che ha per tema una stazione ferroviaria (martedì 30 agosto, Cinema Teatro Vittoria, Ponte in Valtellina) e Odi a sé, soliloqui e pensieri di solitudine nell’Odissea con Alessandra Merico e Giuseppe Zonno (domenica 3 agosto, Teglio).
Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie