Martedì 22 giugno 2021

Dalla nebbia sullo Skicross della Valmalenco esce l’oro azzurro

Condividi

L’Inno di Mameli suona in Valmalenco a salutare l’oro di Francesco Mauriello, valdostano classe 1994 dallo Sciclub Val d’Ayas, che inaugura il medagliere azzurro.
Il neo-campione saluta così il titolo appena conquistato: “questo è il primo risultato importante della mia carriera iniziata due anni fa e viene dopo una stagione positiva, in cui ho già cominciato a qualificarmi in alcune occasioni in Coppa Europa. Spero che questa medaglia serva a dare impulso alla crescita della squadra, ancora giovane e in uno sport non molto praticato né visibile in Italia, ma con buon potenziale complessivo, tra ragazzi e ragazze”.
Tra le ladies è la canadese Marielle Thompson a mettersi alle spalle tutte le altre contendenti ed al collo la medaglia d’oro dello Ski Cross Mondiale di Valmalenco.
I due hanno avuto la meglio su tutti i 96 iscritti alla competizione di oggi, interpretando al meglio la veloce ed insidiosa pista ‘dei Barchi’, già sede delle prove di ‘cross’ sia dei precedenti Mondiali Junior di Snowboard 2011 e di Freestyle Ski 2012, ma anche di diversi appuntamenti di Coppa del Mondo.
Così le graduatorie di oggi:
LADIES:
1. THOMPSON Marielle CAN – 2. MALTSEVA Ekaterina RUS – 3. STARICHENKO Ekaterina RUS
4. NAESLUND Sandra SWE – 5.BARON Alizee FRA – 6. WOLFSGRUBER Sabine ITA
MEN:
1. MAURIELLO Francesco ITA – 2. TCHIKNAVORIAN Terence FRA – 3. RENN Marzellus GER –
4. CECH Jiri CZE – 5. ILIN Roman RUS – 6. BALOCCO Rodolphe FRA
I risultati di oggi aprono ancor di più i giochi per il titolo a Squadre, poiché su 8 titoli consegnati, sono stati premiati atleti in rappresentanza di 8 Nazioni differenti, colorando a tinte davvero mondiali questa manifestazione della Valmalenco.
Prova annullata per nebbia, titolo Skicross assegnati con le “FIS Rules”
Un fuoriprogramma è calato sulla competizione odierna con le nuvole che, dalle 14:30, hanno pesantemente limitato la visibilità lungo la pista “dei Barchi”. Stante il persistere della condizione non ottimale per lo svolgimento della gara, i Giudici ed i Team Captain hanno deciso di sospendere la prova ad ottavi femminili ultimati e mentre era in corso la seconda ‘run‘ degli ottavi maschili, per aggiornare ogni decisione alle ore 16:00.
Giunta l’ora prefissata e non migliorata la situazione meteorologica, si è seguito il regolamento FIS che prevede, in caso di cancellazione delle fasi finali, l’assegnazione dei titoli in base ai tempi di qualificazione con cui gli atleti, lungo la mattinata, hanno conquistato l’accesso alle batterie finali.
Sono così state ‘congelate’ le posizioni secondo i tempi registrati in prestazione singola, premiando l’azzurro Mauriello e la canadese Thompson, i più veloci delle qualificazioni.
Sabato nuovo appuntamento con le ‘gobbe’, cerimonia di chiusura e domenica Slopestyle
Il programma volge già alla sua parte conclusiva e, archiviata la prova di Ski Cross, si guarda già ai prossimi impegni: domani, sabato 30 marzo, si torna tra le ‘gobbe’ del Dosso per assegnare i titoli del “Dual Moguls”, per poi chiudere il programma-gare on lo Slope Style domenica 31, quando le evoluzioni degli atleti saranno ben visibili già a chi approderà dalla grande funivia Snow Eagle all’Alpe Palù.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie