Venerdì 22 ottobre 2021

Dalle piste del Tonale, attraverso il Gavia, a quelle della Valtellina?

Condividi





Iniziato ufficialmente il percorso per un futuro collegamento tra le piste del Tonale e dell’Alta Valtellina, nello specifico Santa Caterina Valfurva e quindi Bormio. Ovviamente non potrà che passare attraverso il Gavia e la sua area naturalistica.
Queste le conseguenza del recente provvedimento e relativo finanziamento pubblico di 25 milioni di euro, su 60 milioni totali del progetto, che partono dalle nuove piste da sci e impianti di risalita a Ponte di Legno, nell’area occidentale del Monte Tonale. Il versante sud per intenderci, quello più esposto al sole dove la neve naturale in futuro verrò giocoforza sostituita da quella sparata dai cannoni.
Livigno, con i fondi olimpici saranno collegati i due versanti
Regione Lombardia e Comune di Ponte di Legno hanno sottoscritto uno schema di convenzione in tal senso. Il contributo regionale verrà utilizzato per realizzare 2 cabinovie, 1 funicolare, 10 chilometri di piste, 1 impianto di innevamento con bacino artificiale, 3 rifugi e la copertura della stazione di arrivo di una cabinovia.
Ma che interessa maggiormente la provincia di Sondrio è che tale delibera pone le basi per il futuro collegamento delle piste con il Tonale.
Il testo della delibera recita “approva la realizzazione del progetto di ampliamento del demanio sciabile “Medio Tonale – Cima Sorti” (impianto propedeutico per il collegamento con il demanio sciabile dell’Alta Valtellina con 10 Km di nuove piste attrezzate con innevamento programmato)“.
Global warming: le seconde case in montagna diventeranno le prime

Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie