Lunedì 27 settembre 2021

Danni maltempo, esondati lago di Como e fiume Varrone

Condividi





Nella notte tra martedì 4 e mercoledì 5 agosto la Sala operativa della Protezione civile regionale ha registrato vari episodi di allerta e criticità in diversi territori lombardi rimasti colpiti da intensi fenomeni temporaleschi, specie nelle zone di Lecco, Como e Bergamo.
Questa mattina, nel Comasco, le zone di lungo lago, tra piazza Matteotti e viale Cavallotti, sono state chiuse a causa dell’esondazione del lago e dei detriti riversati sul manto stradale.
Nel Comune di Dervio, nel Lecchese, sono state evacuate un centinaio di persone da un campeggio a scopo preventivo a causa di una parziale esondazione del torrente Varrone (rientrate poi nella notte).
La Provincia di Lecco informa che, in seguito all’esondazione del reticolo minore a Dorio segnalata nella serata di ieri, nessuna persona è stata evacuata.
A Milano, nel corso della notte si è registrata una limitata esondazione del Fiume Seveso ed un significativo aumento delle portate del fiume Lambro, mentre in provincia di Bergamo il fiume Brembo è sorvegliato a vista a causa delle abbondanti piogge che hanno fatto salire il livello.
Gli allagamenti delle intense precipitazioni nel Comune di Albate, in provincia di Como, hanno inoltre portato all’interruzione temporanea della linea ferroviaria Milano – Chiasso.
Nella serata di ieri sono stati segnalati allagamenti nei comuni limitrofi (Como, Montano Lucino, Bulgarograsso, Lurate Caccivio, Villa Guardia, Appiano Gentile).
La nota della Prefettura di Lecco
Al fine di fronteggiare tempestivamente ed in maniera coordinata le incipienti e diffuse criticità legate al maltempo, dopo l’allerta arancione diramata dalla Sala Situazioni di Regione Lombardia, è stato istituito nel tardo pomeriggio di ieri il Centro coordinamento soccorsi presieduto dal Prefetto di Lecco Castrese De Rosa.
Maggiormente attenzionate le aree dell’Alto Lago e della Valsassina, in particolare i territori di Dervio, Dorio, Bellano, Premana, Ballabio, Primaluna, Casargo, Pagnona, Sueglio e Valvarrone. Preoccupazione per lo stato di allarme dei torrenti Varrone, Pioverna, Bevera e del reticolo minore. Sotto stretta osservazione le dighe. Nel comune di Dervio sono state evacuate da un campeggio 120 persone, poi rientrate nella notte.
Sono stati mantenuti contatti costanti con le Sale di Protezione civile Regionale e Nazionale, con tutti i Sindaci del territorio, alacremente impegnati nella gestione dell’emergenza e disponibili ad offrire aiuto anche ai territori vicini; con i gestori delle Dighe.
Numerosi gli interventi effettuati dai vigili del fuoco e dalle forze dell’ordine per aiutare cittadini e automobilisti.

Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie