Mercoledì 28 luglio 2021

Domani bel tempo, venerdì passaggio di un sistema perturbato

Condividi

Le Alpi risentono dell’influenza dell’anticiclone presente su tutto il bacino del Mediterraneo pertanto le condizioni meteorologiche fino a giovedì sera saranno prevalentemente all’insegna della stabilità. Venerdì veloce transito di un sistema perturbato e calo delle temperature. Oggi cielo da sereno a localmente nuvoloso per formazione di qualche cumuli a cui potranno essere associati isolati rovesci o temporali. Il manto nevoso, presente in modo più continuo sugli apparati glaciali oltre i 3000 m, presenta un ridotto strato superficiale caratterizzato da cristalli di grandine e neve fresca. L’irraggiamento notturno ha favorito la formazione di croste portanti, ma in rapido indebolimento con l’insolazione. Sui pendii non ancora scaricati, già dalla mattinata, sono possibili colate di neve bagnata il cui distacco è probabile anche al passaggio di un singolo escursionista.
Giovedì cielo prevalentemente sereno, poi formazione di qualche cumulo dalle ore centrali a cui farà seguito, in serata, nuvolosità più compatta da Ovest. Ridotte possibilità di rovesci e temporali. Il manto nevoso, presente in modo più continuo sugli apparati glaciali oltre i 3000 m, presenterà una crosta portante al mattino che sarà in rapido indebolimento con l’insolazione. Sui pendii non ancora scaricati, già dalla mattinata, saranno ancora possibili isolate colate di neve bagnata il cui distacco è probabile anche al passaggio di un singolo escursionista.
Venerdì nel corso della notte fino al mattino passaggio di un sistema perturbato caratterizzato da rovesci e temporali. Dalla mattinata graduale esaurimento da Ovest verso Est con passaggio a condizioni di cielo sereno o poco nuvoloso. Temporaneo, ma sensibile, calo delle temperature. Precipitazioni nevose possibili oltre i 3000 m di quota. Il manto nevoso presenterà un nuovo esiguo spessore di neve fresca che potrà essere ridistribuito in modo irregolare a causa di forti correnti da Nord che sopraggiungeranno dal tardo pomeriggio. Il calo termico previsto tenderà a consolidare repentinamente la nuova neve. Dai ripidi pendii saranno possibili locali scaricamenti mentre, in presenza di nuovi ancorché ridotti lastroni, il distacco sarà possibile anche al passaggio di un singolo escursionista.
Fonte: Arpa Lombardia

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie