Lunedì 29 novembre 2021

Domani possibili nevicate sopra i 1700 metri

Condividi

Alpe Palù Valmalenco Il promontorio anticiclonico presente garantirà bel tempo sino a martedì. Poi una perturbazione di origine atlantica determinerà brutto tempo e precipitazioni diffuse. Oggi cielo sereno o poco nuvoloso su tutti i settori. Sensibile aumento delle temperature specialmente durante le ore centrali. Limitati e ben visibili lastroni di neoformazione possono cedere alla sollecitazione di un singolo escursionista. Il distacco di lastroni di neve vecchia, anche di medie dimensioni in canali, avvallamenti e ripidi pendii al di sotto delle creste in quota, è possibile in genere con forte sovraccarico, ma in seguito a riscaldamento anche da un escursionista. Dalle ore centrali della giornata possibile ripresa dell’attività valanghiva spontanea con scaricamenti da balze rocciose e distacchi di valanghe di neve bagnata di piccole e medie dimensioni da ripidi pendii esposti ad insolazione. PERICOLO VALANGHE: 1 DEBOLE su Prealpi, 2 MODERATO sui restanti settori. Aumento nelle ore più calde.
La giornata di martedì sarà caratterizzata inizialmente da cielo velato, poi dalle ore centrali progressivo aumento della copertura sino a cielo molto nuvoloso ovunque in serata, con possibili precipitazioni, a carattere nevoso al di sopra dei 1700 m, specialmente sulle creste di confine Retiche. La nuova neve, accompagnata da una moderata attività eolica sud-occidentale, andrà a coprire un manto nevoso basale molto trasformato, e caratterizzato dalla presenza di croste da fusione e rigelo e lastroni diffusi. Essi potranno essere staccati, generalmente con forte sovraccarico, su alcuni pendii ripidi. Attività valanghiva spontanea possibile nelle ore più calde della giornata specialmente sui versanti meridionali. PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO su Retiche, Adamello e Orobie Centrali, 1 DEBOLE sui rimanenti settori.
Per mercoledì si prevede cielo molto nuvoloso su tutti i settori, con precipitazioni diffuse, a carattere nevoso al di sopra dei 1600-1700 m. Sono attesi mediamente, a 2000 m, 60 cm su Retiche Occidentali, e 20-30 cm su Retiche Centrali e Orientali. La fase perturbata sarà accompagnata da una insistente attività eolica sud-occidentale, la quale determinerà formazione di lastroni soffici diffusi in tutte le zone sottovento. Essi, poggiando su croste da fusione e rigelo e orizzonti superficiali duri e compatti, saranno caratterizzati da una stabilità precaria e potranno essere staccati con debole sovraccarico. Attività valanghiva spontanea possibile durante la nevicata. PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO su Retiche Occidentali e Centrali, 2 MODERATO su Orobie, Adamello, IN AUMENTO su Retiche Orientali, 1 DEBOLE su Prealpi.
Fonte: Arpa Lombardia 

Bollettino neve

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie