Venerdì 30 luglio 2021

Domenica sereno con qualche cumulo pomeridiano

Condividi

Mondiali Junior FIS Freestyle Valmalenco 2017L’anticiclone atlantico manterrà tempo stabile sulla nostra regione nel fine settimana; oggi pertanto avremo cielo sereno con possibile sviluppo di qualche cumulo pomeridiano sui settori orientali. Il manto nevoso mantiene caratteristiche invernali solo oltre 2800 m nei versanti esposti a nord, con neve a debole coesione in superficie e strati interni con cristalli angolari; alle altre esposizioni, in particolare quelle più soleggiate, la neve ha subìto numerosi cicli di fusione e rigelo e presenta croste portanti che si indeboliscono più o meno rapidamente con l’irraggiamento in funzione della esposizione ed inclinazione dei pendii. Nella fascia altimetrica medio-alta i vecchi lastroni presenti sui versanti in ombra possono essere staccati solo con forte sovraccarico, mentre su ripidi pendii esposti ad insolazione, nelle ore più calde, sono possibili scaricamenti nonché valanghe di neve bagnata, anche di fondo e di medie dimensioni, sia spontanee che provocate. PERICOLO VALANGHE: 1 DEBOLE su tutti i settori. Il pericolo aumenta significativamente con il riscaldamento.
Domenica cielo sereno o poco nuvoloso al mattino, sviluppo di cumuli nel pomeriggio. Il manto nevoso si presenterà ben consolidato per forte rigelo nelle prime ore del mattino; il riscaldamento diurno comporterà un progressivo indebolimento dello stesso fino a 2700-3000 m di quota sui versanti meridionali. Nella fascia altimetrica medio-alta i vecchi lastroni presenti sui versanti in ombra potranno essere staccati in genere solo con forte sovraccarico, mentre sui pendii esposti ad insolazione, verso le ore più calde della giornata, saranno possibili scaricamenti nonché valanghe di neve bagnata, anche di fondo e di medie dimensioni, sia spontanee che provocate. PERICOLO VALANGHE: 1 DEBOLE su tutti settori. Il pericolo aumenterà significativamente con il riscaldamento.
Lunedì sereno o poco nuvoloso fino al primo pomeriggio, in seguito progressivo aumento della nuvolosità. Il manto nevoso si presenterà ben consolidato per forte rigelo nelle prime ore del mattino; il riscaldamento diurno comporterà un progressivo indebolimento dello stesso fino a 2700-3000 m di quota sui versanti meridionali. Nella fascia altimetrica medio-alta i vecchi lastroni presenti sui versanti in ombra potranno essere staccati in genere solo con forte sovraccarico, mentre sui pendii esposti ad insolazione, verso le ore più calde della giornata, saranno possibili scaricamenti nonché valanghe di neve bagnata, anche di fondo e di medie dimensioni, sia spontanee che provocate. PERICOLO VALANGHE: 1 DEBOLE su tutti settori. Il pericolo aumenterà significativamente con il riscaldamento.
Fonte: Arpa Lombardia 

Bollettino neve

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie