Martedì 26 ottobre 2021

Festività pasquali: previsti controlli a tappeto nelle aree più a rischio

Condividi





NEWS LOCALI
Convocato per giovedì 1° aprile il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per la programmazione dei servizi di vigilanza e controllo del territorio in vista delle prossime festività pasquali, soprattutto in relazione alla pandemia da coronavirus in corso.
Dell’argomento era stato già fatto cenno nella riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica della settimana scorsa, che ha stabilito il potenziamento dei predetti servizi.
Si ricorda che in zona rossa sono vietati tutti gli spostamenti, tranne quelli motivati da necessità, salute e lavoro e tranne una visita al giorno ad abitazioni private per un massimo di due adulti oltre ai figli minori di 14 anni, come era avvenuto a Natale.
Il permanere dell’emergenza da Covid-19 e del quadro epidemiologico complessivamente e diffusamente grave su tutto il territorio nazionale comportano la necessità di mantenere alta la guardia.
A livello nazionale lo schieramento in campo per il weekend di Pasqua è imponente: 70.000 uomini, il cui mandato è quello di un ferreo controllo del territorio ma utilizzando quello che il Ministro dell’Interno definisce “un profondo senso di umanità”. Dunque controlli a tappeto soprattutto nelle aree più a rischio di assembramento, moral suasion a rispettare le regole e sanzioni quando necessario. E ordinanze locali per limitare ulteriormente spostamenti e assembramenti.
Ultime news Covid
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie