Lunedì 25 ottobre 2021

Fino alla confisca del mezzo per chi supera i limiti sulle strade svizzere

Condividi

Superare i limiti di velocità in Svizzera da sempre comporta sanzioni a dir poco salate, ma forse non tutti sanno che, almeno dalle ultime voci su presunti sequestri all’istante di auto e moto che arrivano in Valtellina dal vicino Canton Grigione, da gennaio 2013 le multe per automobilisti e motociclisti che amano pigiare sull’acceleratore sono state inasprite e il rischio che si corre è il sequestro del mezzo per arrivare addirittura alla vendita.
La patente sarà sospesa per almeno 2 anni a partire dai seguenti eccessi di velocità (a cui va aggiunta la fascia di tolleranza dell’apparecchio rilevatore): viaggiare a 70 km/h o più in una zona 30 km/h, a 100 all’ora o più in una zona in cui vige il limite dei 50 km/h, a 140 km/h o più dove la velocità massima è 80 km/h e a oltre 200 km/h in autostrada.
In questi casi la licenza sarà revocata definitivamente per i recidivi, mentre potrà essere restituita solo in casi eccezionali dopo dieci anni e salvo esito positivo di una perizia psicologica che accerti l’idoneità alla guida.
Il giudice potrà inoltre disporre, nei casi di violazione grave delle norme, la confisca e rivendita del veicolo.
Anche le sanzioni penali si inaspriscono, con la pena detentiva minima di un anno e quella massima di quattro anni, ossia un anno in più rispetto a oggi, per chi fosse fermato per eccesso di velocità ed avesse precedenti penali.
La nuova legge vale per tutte le strade da quelle dove ci sono i 30 km orari alle semiautostrade fino alle autostrade.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie