Venerdì 24 settembre 2021

Finti recupero crediti per estorcere soldi agli anziani

Condividi





Settembre: ricominciano le scuole e anche il “lavoro” dei truffatori! Alcune segnalazioni, provenienti da diverse zone d’Italia, riguardano una telefonata di alcuni soggetti che, fingendosi un recupero crediti, forniscono i dati anagrafici di un nipote ad un anziano millantando un debito inesistente.
“Suo nipote ha un debito con noi”, sono le parole che le vittime si sarebbero sentiti ripetere. Dopo di che i truffatori avrebbero messo in atto alcune pressioni psicologiche, tra cui la minaccia di pignoramento della casa, studiate per fare cedere i più fragili e convincerli a versare il denaro utilizzando un bollettino postale da loro fornito.
Al momento non è chiaro se, oltre alle segnalazioni ricevute, siano state prese di mira altre vittime, tuttavia è fondamentale che i cittadini siano in massima allerta! Si tratta di un sistema di truffa relativamente poco conosciuto e per questo molto pericoloso. Sono ormai decine le segnalazioni di truffe simili in tutta Italia. Prestate la massima attenzione ai contatti per telefono, anche se forniscono dati conosciuti.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie