Giovedì 21 ottobre 2021

Fiori musicali Bema

Condividi

Anche quest’anno l’associazione culturale “Ad Fontes” ripropone a Bema l’ormai consueto appuntamento dei “Fiori musicali”. In questa quarta edizione il programma della serata è dedicato alla presentazione di laudi del secolo XVI.
Le laudi, vive già nel sec. XIII, sono canti di argomento spirituale in lingua viva, nate per la devozione delle confraternite (quando i riti liturgici erano tutti in latino) e per l’istruzione del popolo. I repertori di questa letteratura musicale sono numerosi. Hanno melodie monodiche oppure dotate di semplici armonizzazioni, a supporto di testi poetici freschi (preghiere, dialoghi, ammonimenti morali…).
Una fortunatissima rifioritura di questo genere avvenne durante la Riforma cattolica postridentina, a partire dall’impulso dato da San Filippo Neri. Anche a Chiavenna vi era un Oratorio filippino: e l’oratorio chiavennasco produsse un proprio denso libro di laudi, ambientate localmente e testimoni di un vivace sentire religioso e culturale. Anche i vescovi, compreso il presule lariano Filippo Archinti (+1621), valorizzarono questo genere come efficace sussidio per la catechesi del popolo.
A Bema venerdì 9 agosto saranno presentati ed eseguiti alcuni di questi canti, legati particolarmente alla tradizione locale: verranno proposte alcune laudi dell’Archinti. Alcuni soci di Ad Fontes, già ex allievi o tuttora allievi della scuola diocesana di Musica sacra e Liturgia, proporranno le laudi all’ascolto e alla meditazione. Sono previsti anche alcuni interventi organistici, legati a quello stesso contesto di religiosità e di storia. La serata si concluderà con un rinfresco organizzato dalla Pro Loco di Bema.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie