Giovedì 28 ottobre 2021

Gavia e Mortirolo in abito di festa con la Granfondo Giordana

Condividi

Domenica 23 giugno i passi Gavia, Mortirolo e Santa Cristina saranno sede della 9a Granfondo Internazionale Giordana e l’entusiasmo è alle stelle: superata quota 2.500 iscritti.
Lungo i percorsi che scatteranno da Aprica i mitici passi immortalati in tanti momenti entrati nella hall of fame del ciclismo mondiale. Impossibile dimenticare un giovanissimo Marco Pantani che nel 1994 si alzava sui pedali e sulla salita del Mortirolo fuggiva davanti ad atleti del calibro di Miguel Indurain e Evgenij Berzin. Il tempo registrato in quell’occasione dal Pirata, 43’ e 55”, è ancora oggi il riferimento per i ciclisti che nel corso della Granfondo Giordana si cimenteranno nella Cronoscalata del Mortirolo, da Mazzo all’omonimo passo.
Spinti dal desiderio di inseguire le orme dei professionisti o anche solo dalla grande passione per le ruote magre, i concorrenti al via saranno migliaia. Le adesioni non sono però ancora al termine, quindi dovremo aspettarci un ulteriore aumento. uro.
Ma il contesto che sta attorno a questo importante appuntamento per ciclo fondisti si arricchirà anche di altri aspetti interessanti, oltre ai ricordi di tante corse rosa viste passare di qui.
Sabato 22 e domenica 23 giugno si esibiranno i cappelli piumati della Fanfara dei Bersaglieri e i tradizionali corni svizzeri del Gruppo Alphorn Ensemble Engadina di Saint Moritz. Più nello specifico, nella giornata di sabato le due formazioni musicali suoneranno all’interno dell’area expo alle 17 per poi passare in Piazza Roma ad Aprica per il concerto previsto alle ore 21. Salvo un militare “Silenzio” i fiati rimarranno tranquilli nella notte e daranno invece il buongiorno al popolo di ciclisti che prenderanno il via il giorno successivo con la partenza “mattutina” in programma alle 7.30. Le prime pedalate saranno “scortate” dalla celebre corsa dei Bersaglieri.
Mentre i corridori in sella sgomiteranno per guadagnare la testa della corsa, sostenitori e appassionati potranno trasferirsi sul Mortirolo per assistere all’attacco al GPM posto sulla cima del passo. Agli spostamenti hanno pensato con largo anticipo gli organizzatori e l’idea è piaciuta davvero registrando un vero boom di adesioni al servizio di navetta che traghetterà gli interessati a quota 1.852 del Mortirolo, dove a rendere ancor più caratteristica la giornata ci sarà lo stand Valtellina con le specialità locali e l’accompagnamento dei corni alpini dell’Alphorn Ensemble Engadina.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie