Lunedì 29 novembre 2021

Gigi Negri: “luglio male, ma Tirano soffre meno il meteo degli altri”

Condividi

Ha sofferto il maltempo, ma forse meno rispetto alle altre località provinciali, grazie al Trenino Rosso, il territorio del tiranese. Questo in sintesi il commento che abbiamo raccolto da Gigi Negri, direttore del Consorzio Turistico Media Valtellina Terziere Superiore.
“Luglio è sotto gli occhi di tutti, chiuso in modo disastroso per il turismo locale. Del resto non mi ricordo un’estate come questa, si parla addirittura di meno 70% delle presenze sia in mare che in montagna.
La colpa è del meteo, ma non solo. Certamente il cattivo tempo ha influito sui week end, ma chi prenota alla fine va comunque in vacanza, caldo o freddo che sia. C’è evidentemente qualcosa che non funziona, e sicuramente la crisi è arrivata anche da noi”.
Negri però vede nelle prossime settimane segnali che fanno ben sperare e analizza la situazione anche in un’ottica di lungo periodo.
“Speriamo davvero che ad agosto il clima migliori, in questi giorni sulle strade c’è movimento, speriamo che i turiti si fermino e non facciano una toccata e fuga.
Devo dire però che secondo me il tiranese è il territorio che ha sofferto meno il brutto tempo, anche perchè gli stranieri che affollano il Trenino Rosso del Bernina (che arriva a Tirano ndr) non guardano le previsioni come gli altri utenti.
Inoltre la promozione della Ferrovia Retica, grazie al riconoscimento del Patrimonio Unesco e la grande comunicazione che loro come azienda fanno, alla fine giova anche a noi, il loro sforzo comunicativo di certo qualcosa lascia in Valtellina.
Guardando oltre penso che Tirano debba pensare ad attrezzarsi per essere davvero turistica. Vorrei poi sottolineare che a mio avviso non dovremmo più parlare della città aduana come crocevia, che sottintende il passaggio delle persone, ma dovremmo intederla come destinazione turistica”.

Lascia un commento

*

Ultime notizie