Martedì 03 agosto 2021

Giovedì e venerdì cielo parzialmente nuvoloso

Condividi

La depressione che ha caratterizzato il centro Europa nei giorni scorsi continua a spostarsi gradualmente verso i Balcani, al suo seguito le correnti in quota si sono disposte da Nord apportando maggior stabilità e l’abbassamento delle temperature. Oggi cielo irregolarmente nuvoloso per transito di nubi medioalte, ma con ancora passaggio di addensamenti lungo le creste di confine ove sono probabili dei locali rovesci. Dal pomeriggio ampie schiarite e possibili velature. Attività eolica in quota da Nord da moderata a forte, in attenuazione. Il manto nevoso, presente in modo continuo solo sugli apparati glaciali oltre i 3000 m ed in generale ben consolidato e stabile, presenta tracce, o comunque esigui spessori, di neve fresca della perturbazione transitata lunedì. L’abbassamento delle temperature ha favorito il rigelo degli strati superficiali che risultano portanti. Solo sui ripidi versanti esposti a maggior incidenza solare sono possibili isolati scaricamenti.
Giovedì cielo parzialmente nuvoloso per transito di nubi medioalte e spesse velature, più frequenti sui settori retici. Dalla serata cielo sereno o poco nuvoloso su Orobie e Prealpi. Attività eolica in quota da Nord generalmente debole con rinforzi sulla fascia occidentale. Il manto nevoso, presente in modo continuo solo sugli apparati glaciali oltre i 3000 m ed in generale ben consolidato e stabile, presenterà tracce, o comunque esigui spessori, di neve recente. L’irraggiamento notturno potrà mantenere condizioni di rigelo del manto nevoso nelle ore del mattino poi, il sensibile aumento delle temperature tenderà ad indebolirne le resistenze. Sui ripidi versanti esposti a maggior incidenza solare saranno possibili locali colate e scaricamenti.
Venerdì cielo parzialmente nuvoloso al mattino per transito di nubi medioalte, nel corso della giornata passaggio a condizioni di cielo sereno o poco nuvoloso. Attività eolica in quota da Nord-Ovest generalmente debole con rinforzi sulla fascia occidentale. Il manto nevoso, presente in modo continuo solo sugli apparati glaciali oltre i 3000 m ed in generale ben consolidato e stabile, presenterà tracce, o comunque esigui spessori, di neve recente. L’irraggiamento notturno potrà mantenere condizioni di rigelo del manto nevoso nelle ore del mattino poi, il sensibile aumento delle temperature ed il soleggiamento tenderanno ad indolirne le resistenze. Sui ripidi versanti esposti a maggior incidenza solare saranno possibili locali colate e scaricamenti.
Fonte: Arpa Lombardia

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie