Giovedì 29 luglio 2021

Il Giro d’Italia illumina di rosa Tirano e Bormio

Condividi

Luci rosa su piazza del Kuerc a Bormio e sulla chiesa di Santa Perpetua a Tirano, la salita al Mortirolo intitolata a Michele Scarponi. Mancano ormai solo una ventina di giorni all’arrivo del Giro d’Italia in Valtellina con la tappa a Bormio e la ripartenza da Tirano, e tutti gli eventi collaterali stanno prendendo forma. Il Consorzio Turistico Media Valtellina di Tirano è il soggetto coordinatore delle tappe valtellinesi del Giro d’Italia 2017 anno 100, ovvero la Rovetta-Bormio del 23 maggio e la Tirano-Canazei del 24 maggio. Da oggi, data di inizio del Giro, e fino alla fine della corsa i due monumenti di Tirano e Bormio saranno illuminati di rosa. Ma non è l’unico evento collaterale; è previsto ad esempio Giro giro Tondo, 100 anni di corse, progetto di promozione della lettura e cultura della bicicletta che prevede l’organizzazione di una mostra e di laboratori dedicati agli alunni delle scuole elementari che sarà presentato venerdì 19 maggio alle ore 17 alla presenza del noto giornalista sportivo Marco Pastonesi. Poi l’annullo filatelico e concorsi vetrine in rosa e bici scuola. Il 21 maggio a Bormio “Aspettando il Giro”, serata di musica e divertimento, con intervento di ospiti legati al mondo dello sport, il 20 e 21 maggio ad Aprica Trofeo Lombardia, evento ciclistico di MTB al quale prenderanno parte ragazzi dai 6 ai 12 anni per un connubio tra sport e giovani. Il 22 maggio, giorno di riposo del Giro d’Italia, la scalata dello Stelvio in compagnia del testimonial Valtellina Ivan Basso con la partecipazione di giornalisti, blogger e appassionati. Il 23 maggio a Tirano “Notte Rosa” con l’intervento della carovana pubblicitaria del Giro d’Italia. Garantita la presenza il 23 maggio a Bormio e il 24 maggio a Tirano del truck InLombardia, dove sarà possibile degustare prodotti tipici del territorio, assistere a Show Cooking e presentazioni delle iniziative promozionali promosse dal territorio. Infine il 24 maggio a Tirano prima della partenza della tappa Tirano-Canazei ci sarà un riconoscimento all’ex ciclista Felice Gimondi a cinquant’anni dall’arrivo della tappa Trento-Tirano in cui il campione bergamasco conquistò la maglia rosa che gli permise di vincere il Giro d’Italia. E ancora non è tutto. Il Giro 100 scatterà, si svilupperà e si concluderà nel segno di Michele Scarponi. Lo scalatore marchigiano scomparso tragicamente il 22 aprile verrà ricordato in modo unico: a lui verrà dedicata una delle montagne simbolo della Corsa rosa, il Mortirolo, che nel 2010 era stato il trampolino di lancio della sua ultima vittoria al Giro d’Italia, all’Aprica, davanti a Ivan Basso e Vincenzo Nibali. Il 23 maggio chi transiterà per primo a quota 1854 metri conquisterà punti doppi per la classifica della maglia azzurra e un premio speciale sul podio conclusivo di piazza Duomo a Milano. Insomma, la carne al fuoco è davvero molta.
Fonte: Consorzio Turistico Valtellina Terziere Superiore

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie