Lunedì 06 luglio 2020

I boschi di larici della Reit

Condividi

I bellissimi boschi di larici che costellano il versante meridionale della Reit, tra Bormio e Valfurva, al di sotto delle pareti e dei ghiaioni che compongono questa estremità occidentale del massiccio dell’Ortles. Il nome Reit deriva proprio dai larici (lareit), sulle antiche cartine infatti, la grandiosa cresta di calcare e dolomia che sovrasta la “Magnifica Terra” era indicata in dialetto come “Cresta de Lareit”, nome poi storpiato nel corso dei secoli in “Cresta della Reit”, ora diventato “Cresta di Reit”, la cui cima principale è quotata 3049 metri. Tanto bella da vedere quanto aspra e repulsiva da percorrere, le sue pareti strapiombano anche per 700 metri sul versante meridionale e ci sono diverse leggende a riguardo. Una di queste racconta che secoli fa il vescovo aveva benedetto la Magnifica Terra, confinando le streghe nella valle dei Vitelli. Quindi, per dimostrare il proprio disappunto, le megere getterebbero pietre dalla Cresta della Reit verso la Valfurva.
Marco Trezzi

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie