Martedì 26 maggio 2020

I dati di mortalità tra marzo e aprile rispetto agli anni precedenti

Condividi

Tra marzo e aprile i morti in Italia sono stati 156.429, 46.909 in più rispetto a quelli attesi in base alle medie degli ultimi anni. Deceduti che, con cautela, possono essere attribuiti in gran parte all’epidemia in atto.
Nello stesso periodo i decessi al Nord sono aumentati dell’84% rispetto agli anni precedenti, l’11% al Centro e il 5% al Sud. In particolare le province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza presentano una percentuale di decessi superiore al 200%, mentre in quasi tutto il nord-ovest l’incremento è superiore al 50%.
Fonte: INPS “Analisi della mortalità nel periodo di epidemia da Covid-19”

Vedi anche: I dati di mortalità con Covid-19 rispetto agli anni precedenti

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Le news su WhatsApp e Telegram
Pubblicità su Valtellinamobile.it

Ultime notizie