Sabato 25 maggio 2019

I Pedü della Valmalenco

Condividi

Da alcuni anni l’amministrazione comunale di Lanzada, insieme ad altri partner, ha avviato il progetto “Pedü – Le scarpe delle Alpi”.
Il progetto vuole preservare e valorizzare il sapere tradizionale legato alla realizzazione di questo prodotto dell’artigianato locale, tipiche calzature di storica memoria, dall’artigianalità originale e molto particolare, difficilmente riproducibile,
diffusi su tutto il territorio della Valmalenco e della Valtellina ma prodotte principalmente nel paese di Lanzada, di cui da anni ne rappresentano uno dei simboli principali.
I “Pedü” sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita una tomaia stringata di velluto a coste; fino alla metà del secolo scorso erano le scarpe di uso quotidiano degli abitanti della zona, utilizzati sia in casa che all’aria aperta,
nei boschi e sugli alpeggi di alta montagna, anche con la pioggia, la neve e il ghiaccio; erano presenti in modelli diversi a seconda delle situazioni, di colore scuro oppure più vivaci, ravvivati da fiori e nastri per le occasioni speciali.
Dal 2014 al 2016 alcune maestre d’arte di Lanzada hanno insegnato alle allieve del secondo e del terzo anno del corso per operatore della moda e sartoria del Polo di Formazione Professionale di Sondrio come realizzare
qualcosa che hanno sempre fatto per sé e per i propri famigliari, appunto i “Pedü”.
Il valore e l’elevato significato culturale del progetto è stato riconosciuto anche dalla Direzione Regionale Culture Identità e Autonomie e dall’Archivio Etnografico e di Storia Sociale di Regione Lombardia.
Quest’anno, dopo una pausa di qualche tempo, il progetto riprende con un nuovo corso dedicato all’insegnamento della tecnica per il confezionamento di queste calzature che si terrà dal 21 marzo presso la biblioteca del comune di Lanzada con le “maestre d’arte” Agnese, Ancilla e Angiolina, che utilizzando i materiali tradizionali (aghi, stoffa, spago, velluto, fettucce, fili di cotone di vario colore) condivideranno la loro sapienza antica con tutti i partecipanti.
Informazioni e iscrizioni entro lunedì 18 marzo ai nn. 0342.453243 328.5728082 biblioteca@comune.lanzada.gov.it
L’iniziativa rientra nei programmi “Volontari per la cultura” coordinata dalla Provincia di Sondrio.

Cosa fare Lanzada

Museo minerario e mineralogico della Bagnada

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Eventi
Meteo
Webcam
Pubblicità

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie