Domenica 13 giugno 2021

Il ghiacciaio Fellaria funziona ancora: il video timelapse

Condividi

L’EVOLUZIONE DELLA FRONTE ORIENTALE DEL GHIACCIAIO DI FELLARIA NELL’ESTATE 2019.

Nonostante i nostri ghiacciai stiano fondendo a ritmi forsennati, per ora, non si riesce ancora ad apprezzare questo fenomeno ad occhio nudo. Oggi però presentiamo un filmato che, forse per la prima volta, mostra in modo molto chiaro ed evidente cosa significhi perdere 6.45 m di spessore di ghiaccio in una sola estate, l’altezza di una casa a due piani.
Siamo alla fronte orientale del ghiacciaio di Fellaria-Palù (gruppo del Bernina) uno dei maggiori delle Alpi meridionali. La fotocamera installata il 16 giugno ha ripreso l’evoluzione della fronte scattando oltre 13000 immagini, una ogni 15’, fino al 17 ottobre. Dal filmato è evidente come il ghiacciaio perda spessore principalmente fra la fine di giugno ed il mese di luglio, quando alle giornate lunghissime si sono sommate temperature estremamente elevate, inclusa l’avvezione eccezionale di fine giugno. La terza estate più calda nelle Alpi centrali da metà ottocento ha avuto una pausa significativa con la nevicata dell’8-9 settembre, unico momento di blocco temporaneo della fusione, poi ripresa a ritmi fisiologicamente più ridotti fino a metà ottobre (al momento non è comunque ancora conclusa). La fronte è a contatto con il Lago di Fellaria e questo peggiora ulteriormente le cose visto che l’acqua tende a scalzare la base della falesia di ghiaccio producendo frequenti piccoli crolli che formano i pittoreschi iceberg.
Fonte: Servizio Glaciologico Lombardo

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Pubblicità
Contatti

  1. Dada Rispondi

    E speriamo che continui a funzionare bene, a differenza del Ventina, che secondo il Servizio Glaciologico Lombardo solo negli ultimi 5 anni ha perso l’equivalente di un palazzo di 5 piani

Lascia un commento

*

Ultime notizie